Animali

Il più grande portale italiano dedicato agli animali domestici

iconaAccedi
Sei un nuovo utente? Registrati

Mer04262017

Last updateSab, 31 Ott 2015 6pm

Cinque consigli per educare il tuo gatto

cinque-suggerimenti-per-addestrare-il-gatto

La maggior parte delle persone, di solito, crede che sia impossibile addomesticare un gatto ma non è vero!

I gatti sono molto intelligenti e capaci di comportarsi come il padrone gli insegna. Inizia ad addomesticarlo appenaentra a far parte della tua famiglia così riuscirà subito ad integrarsi con il nuovo ambiente. Ecco 5 step fondamentali da seguire per relazionarsi al meglio con lui.

 

1. Trasportino/Gabbietta per gatti

Insegna al tuo gatto ad amare la sua gabbietta fin da quando è piccolo. Dargli da mangiare quando è dentro la sua gabbia è un buonissimo modo per insegnarmi a vivere in quell'area destinata a lui. All'inizio lascia la porta aperta, ma quando il tuo gatto si abitua ad uscire fuori dal suo spazio allora chiudila per piccoli intervalli di tempo. Prima il tuo gatto si abituerà alla sua gabbietta e più facili saranno per lui i viaggi da affrontare in futuro.


2. Prendere in braccio il tuo gatto

Alcuni gatti tollerano solo determinati tipi di comportamenti nei loro confronti e non si sentono a loro agio se vengono messi in alcune posizioni che potrebbero non gradire. Comunque, in qualunque modo tu tenga il tuo gatto in attesa del veterinario oppure quando tuo nipote viene a farti visita, cerca di fargli cambiare posizione per cercare quelle che gradisce e quelle che invece non riesce a sopportare. Prepara il tuo gatto ad accettare di essere messo per necessità in determinare posizioni. Fai pratica solo quando senti che il tuo gatto è calmo e rilassato. Cerca di prendere il gatto sotto le braccia con il suo sedere che pende, sul di dietro. Dopo un po' di pratica lascia libero il tuo gatto per brevi periodi. Tocca varie parti del corpo, come per esempio le sue zampe o le sue orecchie, accarezza leggermente la sua coda e sotto le zampette. Stai attento a tutti i movimenti che compi sul tuo gatto. Alcuni gatti si rilassano subito e si lasciano andare ai loro padroni, altri hanno bisogno di più tempo e di più pause di libertà. Abituare il tuo gatto ad essere preso quando è piccolo renderà più semplici varie imprese future come il tagliargli le unghie, pulirgli i denti, le orecchie ecc.

3. Socializzare con il tuo gatto

Il primo periodo di socializzazione per i gatti è tra le due e le sette settimane di età. Molti gatti hanno paura da adulti e si nascondono quando ci sono dei visitatori perché sono abituati ad essere esposti solo a un piccolo numero di persone al di fuori della propria famiglia. Cerca di prendere in considerazione questa cosa così da invitare molte persone a casa per cercare di far socializzare il prima possibile il tuo gatto con il resto del mondo. Cerca di fargli fare nuovi giochi, scherzi, puoi fargli usare vari giocattoli per gatti. Nel periodo di socializzazione usare un piccolo guinzaglio potrebbe essere il modo migliore per portarlo in giro, a casa degli amici o anche al supermercato. Inoltre, questo, potrebbe assicurarti che il tuo gatto si senta a suo agio tra altri animali che potrebbe incontrare come cani. Potrebbe essere il modo migliore per farlo interagire con gli altri animali che lo circondano, soprattutto con i cani, nonostante rimanga un gatto. Ma, prima di esporre il tuo gatto agli altri gatti, fallo visitare al tuo veterinario per assicurarti che abbia ricevuto tutte le vaccinazioni previste.

4. Abitua il tuo gatto a giocare con giocattoli e non con le tue mani.

Giocare con il tuo gatto è un ottimo modo per rompere le barriere con lui. Ma, comunque, devi fargli capire che sei tu il suo padrone e che non deve giocare con la tua pelle. Sono ammessi piccoli morsi e graffi quando il gattino è ancora piccolo ma, dopo, bisogna fargli capire che deve utilizzare i giochi apposta per lui per divertirsi e non le tue mani. Usa vari giochini per interagire con il tuo gatto. Una palla, un tappo, tutto può essere utile per divertirti con lui.

5. Cercare di evitare che si faccia le unghie sui mobili di casa

Il gatto per natura ha bisogno di farsi le unghi per tenerle affilate, pulite e ben curate, nel caso prenda di mira un determinato oggetto della casa è possibile far sì che non lo distrugga anche se la cosa richiede impegno e costanza. I gatti una volta fatte le unghie su di una superficie l'hanno marcata poiché nei cuscinetti sono presenti delle ghiandole che secernono ferormoni e quindi risulta molto difficile dissuaderlo dal perpetrare questo comportamento. Potrebbe essere utile posizionare un grattatoio ad hoc in prossimità del divano o della poltrona designate dal gatto per la "manicure" e lentamente cambiarvi posizione; rivestire nuovamente il divano o le poltrene prese d'occhio e farle sparire dalla stanza dove precedentemente erano posizionate per poi cambiare il loro posto definitivamente. I gatti si abituano anche alla postazione della loro "manicure" personale! 
Non è assultamente utile sgridare il vostro animale domestico poiché si andrebbe solo ad accentuare la componente ansiosa incrementando il comportamento indesiderato.
In ogni caso esistono in commercio una gran quantità di prodotti farmaceutici che si propongono di tranquillizzare il gatto in tal versante.