Animali

Il più grande portale italiano dedicato agli animali domestici

iconaAccedi
Sei un nuovo utente? Registrati

Dom10222017

Last updateSab, 31 Ott 2015 6pm

Il bisonte americano

bisonte

Il bisonte americano, bison bison, è un mammifero appartenente alla famiglia dei bovidae e all'ordine degli artiodactyla, che popola il Nord America occidentale e settentrionale.

Questo esemplare, noto anche come "bufalo americano", raggiunge i 2 metri d'altezza al garrese ed ha una corporatura massiccia, caratterizzata dalla gibbosità prominente del garrese. Il pelo nero e brunastro sul collo, sulla testa, sul garrese e sugli arti anteriori è lungo e ispido, ma il resto del corpo è coperto da peli più corti e più chiari. La testa grossa e pesante (munita di corna brevi e volte verso l'alto) si innesta su un collo corto e largo ed è caratterizzata da una fronte ampia e dal mento ornato di lunghi peli.

Questo grande mammifero può arrivare a pesare tra i 350 e i 1000 chilogrammi e possiede una coda che, da sola, misura circa 30/60 centimetri. Nonostante la grande mole, questo bovide può correre fino a 60 chilometri orari, velocità sostenuta e invidiabile per un animale tanto massiccio.
L'udito e l'odorato sono eccellenti e fondamentali per individuare i pericoli. Il bisonte americano, solitamente, si raccoglie in branchi e passa la maggior parte del tempo pascolando e ruminando. Le femmine adulte e i loro piccoli vivono in gruppi organizzati gerarchicamente, guidati da una femmina dominante. I maschi di solito vivono in gruppi a parte e si uniscono alle femmine solo nella stagione degli accoppiamenti.

Il bisonte non è territoriale ed è indotto a migrare dai mutamenti di stagione e a causa della ricerca di cibo. Un tempo, quando i branchi di bisonti erano liberi di spostarsi a loro piacimento, questi animali compivano migrazioni annuali di centinaia di chilometri lungo percorsi tradizionali. Tuttavia, dell'attuale popolazione, solo una piccola parte si sposta liberamente in branchi e sempre all'interno dei confini dei parchi naturali.
Questo animale, che viene associato alle pianure calde e aride dell'Ovest americano, in realtà vive anche nelle regioni montagnose, dove deve far fronte a temperature estreme. Tuttavia, la pesante pelliccia e la folta criniera costituiscono un'ottima protezione dal ghiaccio e dal freddo invernale.

Nella stagione degli accoppiamenti il maschio combatte strenuamente per il possesso delle femmine in uno scontro testa a testa con il rivale. Le femmine che vogliono accoppiarsi con il maschio dominante galoppano intorno ai contendenti per incitarli. La gestazione dei bisonti americani ha una durata di circa 9 mesi, al termine della quale le femmine mettono al mondo un solo piccolo per poi allattarlo per un anno.
Il bisonte americano, che un tempo contava circa 60 milioni di esemplari, ora è di fatto estinto allo stato selvatico a causa soprattutto della caccia intensiva praticata dall'arrivo degli europei. Benché gli sforzi compiuti per la preservazione di questa specie abbiano condotto a un incremento significativo del loro numero, la maggior parte di essi vive in cattività o proviene da esemplari allevati nelle stesse condizioni.

Lo Yellowstone National Park (Stati Uniti d'America) e il Wood Buffalo National Park (Canada) sono gli unici luoghi in cui sopravvivono branchi selvatici di bisonti.