Animali

Il più grande portale italiano dedicato agli animali domestici

iconaAccedi
Sei un nuovo utente? Registrati

Mer11212018

Last updateSab, 31 Ott 2015 6pm

Il capriolo d'acqua

Capriolo D'Acqua

L’hydropotes inermis, comunemente detto capriolo d'acqua, è un mammifero ungulato appartenente alla famiglia cervidae che si trova in Cina e in Corea ed è stato introdotto, diventando poi selvatico, in Inghilterra e in Francia.

Questi mammiferi vivono tra le canne e i giunchi lungo i fiumi, si possono incontrare nell’erba alta sulle montagne e nei campi coltivati. I caprioli d’acqua possono abitare anche regioni paludose e praterie aperte e sono abili nel nascondersi in qualunque ambiente si trovino. Nonostante sia una specie non avversa all’acqua, preferisce muoversi sulla terra asciutta.

I caprioli d’acqua sono di piccole dimensioni, hanno una lunghezza compresa tra i 77 e i 100 centimetri con la coda di 6 o 7 centimetri. Il peso di questi animali è generalmente esiguo: circa 13 chilogrammi una volta raggiunta l’età adulta. Il pelo è spesso e duro ed è più lungo sui fianchi e sul sedere rispetto al resto del corpo. La pelliccia è di un colore marrone giallastro con striature nere, mentre la parte ventrale del corpo è biancastra e il muso è rossiccio o grigio.

Sia i maschi che le femmine non posseggono corna ma i canini superiori sporgono dal muso soprattutto nei maschi, come delle vere zanne.

Questi cervidi sono animali che raramente si spostano in gruppi, molto più frequentemente si muovono da soli o in coppia. I maschi non gradiscono la presenza di altri esemplari dello stesso sesso e quindi le coppie saranno sempre di esemplari di sesso diverso. Quando entrano in contatto, i maschi si scontrano e fanno oscillare la testa verso il basso per ferire i conspecifici sulla nuca con le zanne.

Questi animali marcano il loro territorio sfregandosi contro gli alberi e, anche se sono solitari, emettono dei suoni d’allarme in caso di pericolo. Sono degli abili nuotatori e sono capaci di nuotare anche per alcuni chilometri alla ricerca di luoghi nei quali possano nascondersi.

I caprioli d'acqua sono degli alimentatori altamente selettivi e si nutrono esclusivamente di erbe tenere e dolci, piuttosto che di vegetazione più fibrosa.

L’accoppiamento per questi ungulati è stagionale e avviene tra novembre e gennaio in natura. La gestazione dura da 170 a 210 giorni e da un solo parto possono nascere anche otto cuccioli (questo animale ha il primato per il maggior numero di cuccioli partoriti da un cervide), anche se solitamente ne nascono due o tre. I cuccioli rimangono nascosti per le prime settimane e abbandona il nascondiglio solo in presenza della madre per essere allattati. Come molti cervidi, anche  i caprioli d’acqua da cuccioli posseggono un mantello differente da quello degli adulti che li aiuta nella mimesi ed è caratterizzato da punti chiari e striature sul manto scuro di base.

L’allattamento dei cuccioli dura diversi mesi e quindi le femmine sono impegnate per gran parte dell’anno dalla gestazione e dall’allevamento dei piccoli. I maschi, a differenza delle femmine, non contribuiscono affatto all’allevamento della prole ma combattono tra di loro per ottenere l’accesso alle femmine.

Gli esemplari di sesso maschile raggiungono la maturità sessuale entro i 5 o 6 mesi di vita, mentre le femmine la raggiungono a 7 o 8 mesi. La durata media della vita di un capriolo d’acqua è di circa 10 o 12 anni in natura.