Animali

Il più grande portale italiano dedicato agli animali domestici

iconaAccedi
Sei un nuovo utente? Registrati

Ven06232017

Last updateSab, 31 Ott 2015 6pm

Il Certosino

gatto certosino

Il Certosino è una delle razze più antiche al mondo, particolarmente apprezzato dall’uomo. Scopriamo il perché…

Il Certosino con il suo pelo soffice di un meraviglioso color grigio cenere è certamente tra i gatti più belli che esistano. Possiede zampe corte e grassocce, coda folta che si mostra più spessa alla base per poi assottigliarsi verso la punta, occhi color del rame o giallo oro. Le orecchie sono di medie dimensioni, con punte appena arrotondate, il mantello è formato da due strati: un sottopelo molto fitto e lo strato superficiale che è lucido e folto. Vi è una certa differenza di corporatura tra la femmina ed il maschio: la prima raggiunge pesi e dimensioni tipiche del gatto domestico, mentre il maschio arriva fino ai 7 o 8 kg ed oltre. Vive in media tra i 13 e i 14 anni.

Il Certosino è un animale molto tranquillo e pacifico; non ama particolarmente essere preso in braccio poiché è di indole indipendente, ma si dimostra molto leale e affezionato alla famiglia. È un gatto attivo e si concede facilmente ai giochi, a patto che sia lui a scegliere da chi farsi fare le coccole. Come tutti i gatti desidera il calore, quindi d'inverno ama dormire ai piedi del letto del suo padrone.

Cure

Il Certosino non necessita di cure particolari, basterà spazzolarlo almeno una volta alla settimana. Nel periodo della muta, si consiglia di rimuovere il pelo con un guanto di gomma oppure spazzolarlo ogni giorno. Sia gli occhi che le orecchie vanno puliti con un panno umido, circa due volte al mese.

Alimentazione

L’ideale è una dieta a base di carne completata da riso e verdure, non si disdegnano cibi secchi o confezionati, ma si consiglia di evitare gli insaccati dal momento che inducono l’animale a rifiutare tutti gli altri tipi di cibo. E’ bene accertarsi di fornirgli la giusta razione di cibo in base alle necessità e all’apporto nutrizionale richiesto dalle diverse fasi della crescita: una sana ed equilibrata alimentazione permetterà all’animale di crescere in buona salute, tenendo lontane malattie e avversità. Un consiglio: è bene fare in modo che il recipiente dove viene messo il cibo del gatto sia a sufficienza largo, poiché il felino odia piegare i baffi per raggiungere le pietanze.

Riproduzione

Sia la femmina che il maschio potranno riprodursi intorno al primo anno di età: la gravidanza dura circa 65 giorni e solitamente nascono 3 o 4 cuccioli per parto; verso il 30° giorno potrà iniziare anche lo svezzamento. I gattini inizialmente sono ciechi ed aprono gli occhi intorno al 12° giorno di vita: dapprima gli occhi hanno tonalità blu, mutando poi in un color nocciola ed infine assumendo le consuete sfumature rame o giallo.

Storia

Si pensa che il Certosino sia originario delle zone montuose Siriane annoverate fra la Turchia e l’Iran: il suo mantello molto folto ben si adatta al clima rigido di quelle regioni, confermando dunque tale ipotesi. Fu introdotto in Francia nel XVIII secolo, località in cui oggi è molto diffuso tanto che è stato definito il gatto nazionale dei francesi. Successivamente, negli anni 70, è poi arrivato in America.