Animali

Il più grande portale italiano dedicato agli animali domestici

iconaAccedi
Sei un nuovo utente? Registrati

Sab11182017

Last updateSab, 31 Ott 2015 6pm

Il dugongo

dugongo

Il Dugong dugon, chiamato solitamente dugongo, è un mammifero marino appartenente all’ordine Sirenia e alla famiglia Dugongidae. Noto anche come mucca di mare o mucca marina, il dugongo vive nelle acque tropicali dall'Africa orientale alla repubblica di Vanuatu. La più grande popolazione di dugonghi si trova nelle acque settentrionali dell'Australia tra Shark Bay (Australia Occidentale) e Moreton Bay (Queensland). I dugonghi non sono considerati migratori, ma sono noti per i loro grandi spostamenti all’interno del loro habitat, al fine di trovare cibo.

I dugonghi sono grandi mammiferi compatti con brevi pinne anteriori e una coda a forma di pagaia che viene utilizzata come mezzo di propulsione. I dugonghi adulti pesano tra i 230 e i 400 kg e possono essere lunghi tra i 2,4 e i 4 m. La loro pelle spessa è di color marrone-grigio.

Sia i maschi che le femmine posseggono delle zanne ma solo nei maschi maturi e nelle femmine anziane sono visibili. Non esiste un vero è proprio dimorfismo sessuale in quanto sono monomorfi. Entrambi i sessi posseggono musi grandi e arrotondati nella parte superiore che poi termina in una spaccata simile ad un labbro leporino che aiuta questi animali nell’alimentarsi della vegetazione marina. Le mandibole sono rivolte verso il basso e le setole che ricoprono il labbro superiore favoriscono la localizzazione del cibo. Le orecchie dei dugonghi sono piccole e non posseggono padiglioni auricolari ma l’udito risulta ben sviluppato compensando le basse qualità della vista. Le narici sono poste sulla parte superiore del capo e sono munite di valvole che vengono chiuse durante le immersioni e riaperte quando l’animale torna in superficie per respirare.

I dugonghi si nutrono soprattutto di fanerogame e alghe e per cibarsene si stanziano a circa 10/40 metri di profondità, raggiungendone anche di più elevate. È una specie molto sociale e si trovano in gruppi variabili da 2 e 200 componenti. I gruppi più piccoli, di solito, sono costituiti da una coppia composta dalla madre e dal suo piccolo.

I machi di dugongo lottano per la predominanza e il diritto di accoppiamento. Possono sia lottare alacremente tra loro, sia mostrarsi nel lekking. Il lekking è una pratica emessa dai maschi in zone particolari per mettersi in mostra dinnanzi alle femmine. Successivamente al lekking diversi maschi possono seguire una stessa femmina per poi dar luogo ad un combattimento, anche violento, tra di loro coinvolgendo la stessa femmina (che spesso riporta delle cicatrici) per poi giungere alla monta che avviene con un singolo maschio che copula con la femmina da sotto mentre gli altri gareggeranno ancora tra loro. In conclusione, la femmina può accoppiarsi con diversi maschi nel giro di poco tempo.

La maturità sessuale, nelle femmine, viene raggiunta a 6 anni e la prima gravidanza può incorrere tra i 6 e i 17 anni di vita. I maschi raggiungono la maturità tra i 6 e i 12 anni e attendono l’estro delle femmine durante tutto il corso dell’anno. Nonostante siano attivi sempre, i dugonghi hanno un tasso di riproduzione molto basso e i cuccioli nascono ogni 2/7 anni, questa evenienza può essere dovuta al lungo tempo di gestazione (13/14 mesi) e ai lunghi periodi di allevamento (i cuccioli per 18 mesi non si allontanano mai dalla madre, per lasciarla poi definitivamente dopo i 6/9 anni di vita, raggiunta la maturità).

La durata della vita del dugongo è di 70 anni o più in natura, tuttavia, gli esemplari di questa specie incorrono spesso in problemi correlati ai parassiti e alle malattie. Da giovani, inoltre, possono cadere preda di animali quali squali e orche.