Animali

Il più grande portale italiano dedicato agli animali domestici

iconaAccedi
Sei un nuovo utente? Registrati

Mer11222017

Last updateSab, 31 Ott 2015 6pm

Il gatto norvegese delle foreste

gattonorvegese

Il gatto norvegese delle foreste, o anche norsk skogkatt com’è conosciuto nel suo paese d'origine, è un esemplare di un’antica razza, originaria dei paesi scandinavi.

Si tratta di un gatto dall’aspetto forte e imponente: il maschio arriva a pesare dai 5 ai 7 kg, mentre la femmina raggiunge i 4,5 kg circa. Viste le sue origini, ha una cute particolarmente spessa così come un mantello folto e lungo per proteggersi dal freddo: perde pelo durante i mesi estivi, per poi ricrescere e superare i 10 cm di lunghezza. La testa ha forma triangolare, le orecchie sono grandi e aventi ciuffetti di pelo all’estremità; gli occhi sono anch’essi grandi e appena obliqui, di colore verde, giallo o di tonalità simili al mantello. Le zampe posteriori si mostrano più lunghe di quelle anteriori, e i piedi sono ben larghi dai cuscinetti dello stesso colore del pelo; la coda è lunga e folta. I colori del mantello vanno dal rosso, al marrone, al grigio e al nero; molto rari sono gli esemplari completamente bianchi. In media, può vivere fino ai 16 anni.

Il gatto norvegese delle foreste ha un’indole docile, è tranquillo e silenzioso; si affeziona all’uomo e non disdegna la sua compagnia. Ama stare all’aperto, ma ben si adatta alla vita domestica; sia da cucciolo sia da adulto, ama il gioco: non sa resistere al movimento di una pallina o allo svolazzare di una piuma, per questa ragione è il compagno ideale per i bambini. E’ solito marcare il proprio padrone, lasciargli il suo odore e raccogliere anche tutte le informazioni che questo porta dall'esterno.

Cure e Alimentazione

Nonostante abbia un pelo folto e lungo, non ha bisogno di particolari cure: basterà spazzolarlo 2 volte al giorno durante il periodo della muta, così da evitare che il gatto lo ingerisca durante la fase della pulizia. Durante tutto il resto dell’anno, basterà spazzolarlo una volta a settimana, poiché il pelo difficilmente si annoda. Lo sviluppo del gatto norvegese delle foreste è piuttosto lento, e non è soggetto a particolari problemi di salute eccetto che ad alcune allergie alimentari: alcuni esemplari sono, ad esempio, intolleranti al riso, ma basterà solo eliminare questo cibo dalla sua dieta.

Trattandosi di un gatto pieno di vitalità, che ama il movimento, avrà bisogno di una dieta varia ma equilibrata: predilige la carne e il pesce, ma non disdegna i semplici croccantini. Un gatto adulto di circa 7 kg, avrà bisogno di 450 o 550 g di cibo al giorno, di meno se si tratta di alimenti secchi. E’ importante che abbia a disposizione dell’acqua sempre fresca.

Riproduzione

La femmina completa il proprio sviluppo sessuale intorno ai 10 mesi di età; il maschio può riprodursi dai 10-12 mesi. In seguito della gestazione, che dura in media 60 giorni, nascono dai 4 ai 5 gattini; la madre si mostra molto premurosa e affettuosa, attente ai bisogni dei piccoli e capaci di educare i propri cuccioli alla pulizia e alla caccia. Lo svezzamento avviene solitamente intorno ai 30 o 35 giorni dalla nascita.