Animali

Il più grande portale italiano dedicato agli animali domestici

iconaAccedi
Sei un nuovo utente? Registrati

Dom10222017

Last updateSab, 31 Ott 2015 6pm

Il ghiottone

il ghiottone

Il gulo gulo, chiamato comunemente ghiottone, è un mammifero appartenente alla famiglia dei mustelidi, che popola la zona areale del Canada, degli Stati Uniti d’America nord-occidentali e la zona compresa tra l’Europa settentrionale e l’Asia settentrionale e orientale.

Questo mustelide ha una lunghezza compresa tra i 65 e i 105 centimetri e ha la coda che misura tra i 17 e i 26 centimetri da sola; il suo peso varia tra gli 8 e i 14 kg ed il maschio di questa specie è il più grande fra i mustelidi dopo la lontra gigante. Tra i due sessi di gulo gulo esistono tratti di dimorfismo. Le dimensioni del maschio superano, infatti, di un terzo quelle della femmina. 

Il ghiottone è attivo tutto l’anno e percorre fino a 50 chilometri al giorno. La lunga e fitta pelliccia è bruno/nerastra con una banda bruno chiaro che parte dal garrese, corre lungo i fianchi e arriva sul posteriore fino all’attaccatura della coda. Talvolta ha una macchia bianca sul petto.
Forte, robusto e simile a un orso, il ghiottone ha le mascelle potenti che in inverno gli permettono di masticare la carne e le ossa delle carcasse ghiacciate dei caribù (a volte parte della carcassa viene seppellita per essere consumata in seguito). Il ghiottone ha una cattiva reputazione per la ferocia e la forza sproporzionata rispetto le sue dimensioni. Ha la capacità documentata di uccidere prede molte volte più grandi di lui; è un predatore e spazzino potente e versatile.

Grazie alle zampe di grandi dimensioni e alla possente muscolatura degli arti, questo animale riesce a catturare le sue vittime anche sulla neve soffice. Le prede variano dai cerci alle lepri e perfino ai topi, ma si nutre anche di uccelli, uova e frutti stagionali.
I ghiottoni che abitano il Vecchio Mondo sono cacciatori più attivi rispetto ai loro parenti del Nord America. Ciò può essere dovuto alla presenza di un numero inferiore di predatori concorrenti in Eurasia, che rende più pratico per il ghiottone cacciare per se stesso anziché attendere che un altro animali cacci la preda per lui per poi provare a strappargliela via.
Il ghiottone vive in una tana fra le radici degli alberi, fra le rocce o scava un cunicolo nella neve.

I maschi di successo sono in grado di avere relazioni durature con due o tre femmine, che andranno a visitare di tanto in tanto, mentre altri maschi, meno potenti e di successo, vengono lasciati senza una compagna.
La stagione di accoppiamento è quella estiva, ma l'embrione resta impiantato nell’utero fino all’inizio dell'inverno, ritardando lo sviluppo del feto. Se il cibo dovesse scarseggiare, può succedere che le femmine non riescano a dare alla luce il piccolo. 
Il periodo di gestazione di questo mammifero è di 30/50 giorni. La femmina, di solito, mette al mondo 2 o 3 cuccioli, che allatta dalle 8 alle 10 settimane. Questi si sviluppano rapidamente raggiungendo le dimensioni degli adulti entro il primo anno di vita; i ghiottoni possono vivere dai 5 ai 13 anni, ma gli individui che raggiungono il massimo dell’età sono molto rari.