Animali

Il più grande portale italiano dedicato agli animali domestici

iconaAccedi
Sei un nuovo utente? Registrati

Dom04302017

Last updateSab, 31 Ott 2015 6pm

Il gioco del gatto: un comportamento funzionale e naturale

gatto giocoso

I nostri gatti sono dei grandi giocherelloni e, soprattutto quando sono ancora piccoli, è evidente il loro amore e interesse per il gioco.

Questo comportamento è estremamente funzionale per la vita adulta del gatto poiché lo prepara alla caccia. I cuccioli attraverso il gioco, che può avvenire tra i diversi esemplari o grazie all’utilizzo di oggetti e quant’altro, imparano l’arte della predazione apprendendo come nascondersi, accucciarsi, puntare, catturare e uccidere una preda.

I gatti frequentemente giocano tra di loro o con noi esseri umani per apprendere il combattimento, nel quale si impegnano ferventemente, così da essere pronti in caso di una minaccia o se sia necessario assumere un comportamento di attacco o difesa.

Grazie al gioco i gatti diventano pratici e acquisiscono le competenze necessarie per i combattimenti reali e riducono ogni sorta di paura possibile nell’attaccare gli altri animali in caso di necessità.

È a causa della somiglianza sussistenza tra il gioco e l’arte della caccia che i gatti preferiscono, sin da piccoli, giocattoli ed oggetti che somiglino a delle prede. Non bisogna stupirsi in caso il nostro gatto preferisca oggetti piccoli e pelosi che si muovono in modo rapido: è una questione insita e naturale che li aiuta nel loro percorso di crescita.

Ed è altrettanto frequente che i gatti giochino con grande impegno con oggetti visti per la prima volta ma poi perdano interesse rapidamente; i gatti imparano facilmente e giocando con gli oggetti vi lasciano delle sostanze odorose che lo rendono per loro familiare: si abituano a un oggetto che diventando conosciuto non risulta più attraente come una nuova potenziale preda.

 Non tutti sanno che, essendo il gioco collegato ai comportamenti di predazione, i gatti tendono a giocare maggiormente con i giocattoli quando percepiscono lo stimolo della fame. Ma non tutti i giocattoli o ciò che sembra tale risultano sicuri per i nostri amici a quattro zampe; nonostante i lacci e le stringhe siano molto attraenti per i gatti questi possono essere molto pericolosi: c’è la possibilità che il gatto li ingerisca e questi possono fermarsi alla base della lingua provocando il soffocamento o discendere nell’intestino causando gravi danni e anche la morte del nostro animale domestico. 

Dati i pericoli prodotti dalla potenziale ingestione di una stringa questa può essere facilmente sostituita con un puntatore laser, oggetto molto gradito ai gatti che cercano di cacciare la piccola lucina in movimento con grande divertimento. 

Per un gatto domestico è fondamentale l’attività di gioco anche durante l’età adulta poiché, in natura, i gatti sono soliti cacciare per oltre tre ore durante la giornata e questa attività, oltre a stimolarli cognitivamente, li aiuta anche a rimanere in attività e salute durante tutto l’arco della loro vita.

È fondamentale far sì che il nostro gatto, anche entro le mura domestiche, sia in grado di giocare fornendogli dei giochi o facendogli intraprendere delle attività che facciano sì che possa utilizzare i propri sensi: udito, vista, tatto, olfatto, gusto.

È molto utile coinvolgere il nostro gatto in giochi o con giocattoli che siano in grado di stimolarlo nella corsa, nel rincorrere, nel puntare e nel saltare. Il gioco è un comportamento funzionale ed indispensabile per il nostro amico a quattro zampe e bisogna stimolarlo ogni giorno e quando possibile.