Animali

Il più grande portale italiano dedicato agli animali domestici

iconaAccedi
Sei un nuovo utente? Registrati

Dom12172017

Last updateSab, 31 Ott 2015 6pm

Il grongo

Grongo

Il conger conger, comunemente conosciuto come Grongo è un pesce osseo che vive in mare popolando l'Atlantico nord-orientale e il mar Mediterraneo.

Questo pesce massiccio è di colore grigio scuro è uno delle oltre 100 specie di anguilla di mare presenti al mondo. Come la gran parte delle anguille, il grongo è un pesce privo di scagli e di pinne pelviche.

Il grongo possiede un corpo serpentiforme ed è caratterizzato da un muso allungato e da opercoli branchiali limitati a un piccolo taglio a forma di mezza luna ai lati del capo.

Questo anguiforme presenta occhi piccoli e distanziati da uno spazio piatto e abbastanza ampio. Il muso del grongo è allungato e la bocca, che sembra quasi collegare i due occhi, risulta essere ampia e dotata di due file di denti contorniati da grandi labbra. La mascella del grongo, come in molte anguille, è sporgente dalla mandibola e la pinna dorsale possiede il proprio principio in prossimità delle pinne pettorali.

I gronghi posseggono piccoli tentacoli sensoriali in prossimità della punta del muso e le narici sono in prossimità di questi ultimi.

Il colore è variabile, da beige a quasi nero (gli esemplari che vivono su fondali sono di solito più scuri) con ventre bianco. Una fila di macchiette bianche è allineata lungo la linea laterale. La pinna dorsale è bordata di nero.

Questo pesce può raggiungere dimensioni gigantesche: fino a tre metri per 70 chilogrammi con un diametro del corpo pari a oltre 20 centimetri, ma di solito non misura più di un metro. Le femmine sono molto più grandi dei maschi.

Come molti suoi simili, il grongo durante il giorno rimanere nascosto nei crepacci e esce soltanto durante la notte per tendere agguati alle prede.

Gli esemplari più piccoli si trovano comunemente in pozze in prossimità di coste rocciose, mentre sono gli esemplari più grandi che possono essere rintracciati con più facilità nei relitti delle navi abbandonate alla corrente e depositatisi sui fondali marini.ì

Durante la notte, grazie alle sue notevoli dimensioni e alle sue mascelle ben equipaggiate che lo proteggono dai predatori, il grongo va a caccia di pesci, crostacei e cefalopodi.

Il grongo, apprezzato molto per la sua carne, è una preda molto ambita per i pescatori.

Questo pesce vive genericamente sui fondali rocciosi o sabbiosi, anche oltre i 100 metri di profondità. Il grongo può essere incontrato sia a profondità di pochi centimetri sia anche fino a 300 metri sotto il pelo dell'acqua. Sono stati riportati casi di esemplari che hanno raggiunto anche i 1100 metri di profondità, anche se, durante le stagioni calde, gli adulti migrano verso acque più profonde per la riproduzione.

Le femmine depongono da 3 a 8 milioni di uova che si schiudono lasciando uscire larve trasparenti dalla forma di piccoli serpentelli che vengono trasportate dalla corrente per circa 2 anni prima di cominciare a svilupparsi in giovani anguille.

La maturità sessuale viene raggiunta dal grongo tra i 5 e i 15 anni di età, raggiunti i quali sono in grado di riprodursi e dare nuovamente inizio alla catena della vita.