Animali

Il più grande portale italiano dedicato agli animali domestici

iconaAccedi
Sei un nuovo utente? Registrati

Dom11192017

Last updateSab, 31 Ott 2015 6pm

Il levriero afghano

LevrieroAfghano

Il levriero afghano è un cane dall’innata eleganza, appartenente alla famiglia dei Levrieri e dalle antichissime origini.

Il levriero afghano è un cane di taglia grande, dal corpo snello: l’altezza al garrese è tra i 68 e i 74 cm per i maschi e tra i 63 e i 69 cm per le femmine, per un peso di circa 27 kg. Il muso è allungato, gli occhi sono scuri o di colore dorato, mentre le orecchie hanno un’attaccatura bassa e hanno peli lunghi e lisci; la coda è lunga, ricurva verso l’estremità e meno pelosa di tutto il corpo.

Il mantello è dotato di pelo lungo sul dorso e sugli arti e corto sul muso: sono ammessi tutti i colori, ma i più diffusi sono il biondo oro, il color crema o fulvo con maschera scura, e il nero. Gli esemplari più rari sono gli Oyster: hanno il muso chiaro e il dorso di colore grigio argento, il manto bianco e le orecchie aventi sfumature che vanno dall'avorio al nocciola.

In genere, non perde mai il pelo ma all’età di un anno il manto di consistenza ovattata del cucciolo diviene compatto e setoso.

Carattere

Il levriero afghano è noto per la sua eleganza e fierezza, per la destrezza è agilità; è un cane dall’indole tranquilla, ma al tempo stesso ama giocare e correre all’aria aperta, non rivelandosi mai aggressivo. E’ adatto alla vita di appartamento, poiché nonostante possieda una mole piuttosto grande, non è solito combinare pasticci.

E’ un ottimo cane di compagnia e un buon compagno di giochi per i bambini. E’ piuttosto indipendente, per cui l’addestramento potrebbe rivelarsi difficoltoso, ma è molto intelligente e apprende velocemente.

Alimentazione

La dieta del levriero afghano dovrà essere costituita da alimenti completi e bilanciati: è necessario fornire all’animale i giusti apporti proteici e vitaminici. Sarà possibile servirgli sia pasti fatti in casa, stando attenti alla qualità del cibo, che pasti preconfezionati come crocchette o scatolame.

La razione giornaliera dovrà aggirarsi intorno ai 500 grammi, da distribuire in due pasti se si tratta di un cane adulto, in tre se parliamo di un cucciolo. E’ importante regolare la dieta del levriero in base all’attività fisica che svolge.

Cure

Visto il folto ed elegante mantello, il levriero afghano ha bisogno di cure costanti: è necessario spazzolare il manto a lungo e lavarlo una volta al mese. Per il bagno, è possibile servirsi di una spugna con cui inumidire il pelo, e utilizzare lo shampoo, prestando particolare attenzione agli occhi e alle orecchie.

E’ importante abituare il cane alla tolettatura sin da piccolo, spazzolandolo ogni due settimane prima muovendosi in direzione del pelo e poi contropelo, iniziando dalle zampe, per poi passare al corpo e finire con la testa.

La cura del pelo è molto importante, non solo per donargli un aspetto fiero, risaltando il suo bel manto, ma soprattutto al fine di evitare malattie quali parassitosi e dermatiti.

Trai i difetti più comuni in questa razza, vi è la displasia dell'anca, la cataratta giovanile, l’ipotiroidismo e deficienze enzimatiche; il levriero afgano vive in media 12 anni.