Animali

Il più grande portale italiano dedicato agli animali domestici

iconaAccedi
Sei un nuovo utente? Registrati

Sab11182017

Last updateSab, 31 Ott 2015 6pm

Il potamochero

potamochero

Il potamochoerus porcus, conosciuto comunemente come potamochero o potamochero dai ciuffi, è un mammifero ungulato appartenente alla famiglia dei suidae che vive nell’area dell’Africa occidentale e centrale.

Il potomochero, la specie dal mantello più rosso, ha orecchie lunghe e appuntite, ornate da lunghi ciuffi, una stretta striscia bianca lungo il dorso e strisce facciali bianche. Le zampe e il muso sono di colore nero ed il pelo è piuttosto corto su tutto il corpo, ad eccezione dei ciuffi di peli. Gli adulti pesano 45-115 chilogrammi e misurano 55-80 centimetri di altezza, con una lunghezza di 100-145 centimetri. La coda sottile misura, da sola, dai 30 ai 45 centimetri di lunghezza e gli esemplari maschi sono un po’ più grandi rispetto a quelli femmine. I maschi, inoltre, posseggono piccoli dossi, o noduli, su entrambi i lati del muso e zanne piuttosto piccole, ma affilate.

È un animale onnivoro e di abitudini notturne, come gli altri suidi. I potamocheri mangiano erbe, bacche, radici, insetti, molluschi, piccoli vertebrati, carogne e sono in grado di causare ingenti danni alle piantagioni. Essendo una specie per lo più notturna, di giorno i potamocheri si nascondono e, solo dopo il tramonto, si aggirano in truppe alla ricerca di cibo.

Questi suidi sono buoni nuotatori, ma non sono in grado di trattenere il respiro molto a lungo. Il maschio è molto più socievole e rimane sempre con il suo harem di femmine e con i piccoli per proteggerli. A volte questi gruppi familiari, formati da 4 a 6 individui, si raccolgono in bande di 50 o più unità. Il maschio difende il suo harem aggressivamente, cercando di scacciare i carnivori, specialmente il leopardo, loro principale nemico.

Il potamochero vive nelle foreste pluviali, nelle umide savane, nelle vallate vicine a fiumi, laghi e paludi. Le femmine sono mature sessualmente all'età di tre anni e il loro periodo di gestazione è di circa 120-127 giorni. La quantità dei cuccioli partoriti a ogni gravidanza varia da 1-6, con in media 4 individui. I giovani pesano tra i 650 e i 900 grammi e la stagione riproduttiva dura da settembre ad aprile con l’apice durante la stagione delle piogge (da novembre a febbraio). Per dare alla luce i piccoli e per custodirli le femmine costruiscono nidi di erba (per 3 metri di larghezza e 1 metro di profondità).

I potamocheri hanno un’aspettativa di vita di circa 15 anni in natura, che diventano 20 in cattività. Con la riduzione delle popolazioni di leopardi, predatori principali di questi suidi, il numero dei potamocheri è leggermente aumentato. Ciò è un risultato dannoso per la popolazione umana: i grandi gruppi di questi maiali selvatici sono in grado di provocare notevoli danni alle piantagioni. Inoltre, questi animali si cibano degli altri animali che trovano sulla loro strada e possono essere portatori di malattie, come la peste suina africana, che può contagiare il bestiame domestico. La peste suina africana è trasmessa dalle zecche che, mentre non danneggiano il Potomachoerus porcus, possono trasmettere la malattia ai suini domestici, per i quali la malattia è fatale.