Animali

Il più grande portale italiano dedicato agli animali domestici

iconaAccedi
Sei un nuovo utente? Registrati

Dom10222017

Last updateSab, 31 Ott 2015 6pm

Il ratto delle chiaviche

Ratto Delle Chiaviche

Il rattus norvegicus, comunemente detto ratto delle chiaviche o surmolotto (ratto marrone, ratto grigio, ratto norvegese), è un mammifero roditore appartenente alla famiglia Muridae originario del nord della Cina ma che attualmente è rintracciabile in ogni continente del mondo (eccetto l’Antardide).

Questo animale si è diffuso in tutto il mondo grazie alla sua dieta estremamente varia, ai sensi acuti e alla grande agilità che lo caratterizza. Da questa specie discendono anche i topolini allevati come animali da compagnia e per la ricerca scientifica

Il surmolotto è un roditore piuttosto grande: può raggiungere i 40 centimetri dalla punta del naso alla punta della coda e pesare anche messo chilogrammo.  Le orecchie di questi ratti sono tipicamente più brevi di quelli delle specie affini e non coprono gli occhi quando vengono tirate giù. Il colore del mantello del ratto delle chiaviche varia dal bruno al grigio-bruno o nero sul dorso ed è più chiaro sul ventre. La coda è lunga e quasi prima di peli, come anche le orecchie.

Solitamente questi roditori vivono in gruppi che possono raggiungere anche i 200 esemplari in cui i maschi sono dominanti (i maschi inoltre sono di dimensioni maggiori rispetto alle femmine). I membri di un branco si riconoscono dall’odore e sono rapidi ad attaccare branchi rivali o suoi esemplari.

Il ratto delle chiaviche è originariamente erbivoro e si nutre di semi (soprattutto di cereali), frutta, verdure e foglie. Ha il senso dell’odorato molto sviluppato ed è in grado di percorrere anche più di 3 chilometri in una notte per procurarsi il cibo.

I ratti delle chiaviche sono degli eccellenti nuotatori e sono in grado di catturare piccoli pesci e gamberi d’acqua dolce e si nutrono anche di lumache e insetti acquatici. Per facilitare la pratica del nuoto questi roditori mantengono la coda tesa così da riuscire a stare in equilibrio in acqua. I maschi di ratto delle chiaviche sono capaci anche di attaccare conigli, grandi uccelli e pesci per le loro dimensioni.

Questi roditori sono poligami e quando una femmina entra in estro può accoppiarsi anche con oltre 500 compagni diversi. Nonostante non siano animali dall’accoppiamento stagionale, i cicli riproduttivi si intensificano nei periodi caldi dell’anno.

Una femmina di ratto delle chiaviche può riprodursi anche 18 volte nell’arco di un anno e subito dopo un parto può tornare ad accoppiarsi nuovamente. Questa è una delle ragioni che hanno portato ai grandi tassi di natalità di questi animali.

Dopo una gestazione di 22-24 giorni, la femmina di ratto delle chiaviche mette al mondo da 6 a 9 cuccioli in un nido di erba, foglie, carta, stracci o altro materiale. I piccoli nascono con gli occhi chiusi e ci vorranno all’incirca 15 giorni perché possano aprirli. I topolini, alla nascita, pesano solo 5 grammi e sono dipendenti dal latte fino allo svezzamento che avviene entro le 4 settimane (periodo entro il quale lasciano il nido).

Nonostante i maschi raggiungano la maturità sessuale prima delle femmine (entro i 3 mesi mentre le femmine entro i 4 mesi), solitamente si accoppiano più tardi dispetto agli esemplari di sesso femminile data la grande concorrenza nella ricerca di una compagna.

Questi topi, nonostante siano molto numerosi, non hanno una vita molto lunga in natura in quanto vivono all’incirca 2 anni, che possono raddoppiarsi se allevati in cattività.