Animali

Il più grande portale italiano dedicato agli animali domestici

iconaAccedi
Sei un nuovo utente? Registrati

Mer11222017

Last updateSab, 31 Ott 2015 6pm

Il singapura

singapura

Il singapura è un gatto di origine asiatica, noto al mondo per le dimensioni considerevolmente piccole.

Si tratta di un gatto di piccola taglia: il peso medio di un adulto si aggira intorno ai 2,5 kg. Il dorso è lievemente curvo, la testa è piccola e dalla forma tonda, il naso piccolo e dritto; il collo è corto e robusto, mentre nella femmina appare più sottile. Le orecchie sono abbastanza grandi, larghe alla base e leggermente appuntite; anche gli occhi sono grandi, distanziati tra loro e dal taglio a mandarla, dai colori nocciola, ambra e verde.

Pur avendo una siluette sottile, il singapura possiede zampe muscolose; la cosa è corta, sottile e con la punta smussata. Il pelo è corto, ben aderente al corpo, e l’unico colore ammesso è il brown ticked tabby: tigrature marroni su base avorio. Vive in media 15 anni.

Carattere

Il singapura è un gatto dall’indole docile, a volte è schivo e diffidente, ma raramente graffia o morde. E’ una tipica razza di appartamento, poiché ben apprezza la comodità e la tranquillità; non disdegna, tuttavia, uscire in giardino. Non mostra grossi problemi nel convivere con altri gatti o con i cani, soprattutto se abituato sin da cucciolo.

Si affeziona molto al suo padrone, legandosi in particolar modo a un solo membro della famiglia. In genere, non richiama l’attenzione miagolando, ma con piccole zampate o morsetti; è più facile udirne la voce nelle femmine in calore, che miagolano per attirare il maschio.

Cure

Trattandosi di un gatto a pelo corto, la toelettatura non è particolarmente difficile: basterà spazzolarlo una volta la settimana. Gli occhi molto grandi del singapura tendono facilmente a lacrimare, per cui dovranno essere puliti ogni giorno con un prodotto specifico, facilmente reperibile in commercio; allo stesso modo, anche le orecchie dovranno essere lavate con cura, circa una volta la settimana. Sarebbe opportuno ricordarsi anche di dare una piccola spuntata alle unghie.

Alimentazione

Il singapura non è certamente un gatto schizzinoso: mangia davvero di tutto. La dieta ideale, per un gatto adulto, dovrebbe essere costituita da circa 70 g di croccantini o in alternativa da 200 g di cibo umido confezionato. Nel caso in cui si preferisca dargli cibo fresco, sarà bene ricordare che il singapura ama molto il pesce bollito mescolato al riso e alle verdure bollite come carote, porri, zucchine. Assolutamente sconsigliati sono gli avanzi e i dolci.

Riproduzione

I maschi raggiungono la maturità sessuale intorno ai 7 mesi, le femmine verso il primo anno di vita, ma è sempre consigliabile attendere il secondo calore, prima di farle accoppiare. In genere, la gravidanza si svolge senza problemi e la gestazione dura circa 68 giorni, in seguito alla quale nascono dai 3 ai 4 gattini che pesano circa 80 grammi.  La madre li assiste e se ne prende cura amorevolmente, producendo latte in abbondanza; verso il sesto giorno dalla nascita, i piccoli iniziano già ad aprire gli occhi.

La femmina di singapura è una madre molto premurosa e spesso iperprotettiva: per accudire i propri cuccioli, può persino dimenticare di mangiare, per cui è consigliabile controllarla e stimolarle l’appetito.