Animali

Il più grande portale italiano dedicato agli animali domestici

iconaAccedi
Sei un nuovo utente? Registrati

Ven09222017

Last updateSab, 31 Ott 2015 6pm

Il tasso naso di porco

Tasso Naso Di Porco

L’Arctonyx collaris, comunemente chiamato tasso naso di porco, è un mammifero appartenente alla famiglia Mustelidae che è distribuito principalmente nel sud-est asiatico, a partire dal Sikkim e dal nord-est della Cina fino in Thailandia. Questi animali si trovano nel subcontinente indiano e sull'isola di Sumatra.

Questi mustelidi vivono nelle praterie, sulle colline e le montagne, nelle foreste pluviali e tropicali di sempreverdi e nelle foreste semi-sempreverdi.

Il colore della loro pelliccia varia dal grigio scuro al marrone, mentre la coda varia dal bianco al giallo chiaro. Due strisce scure caratterizzano il viso mentre la gola è di colore bianco. La caratteristica che differenzia questo animale, in particolare, è il muso simile a quello di un maiale che viene utilizzato per alimentarsi con l’aiuto di denti specializzati a muoversi lungo il suolo.

Questi animali sono lunghi da 55 a 50 centimetri per un peso da 7 a 14 chilogrammi. La lunghezza della coda varia da 12 a 17 centimetri e questi tassi sono caratterizzati da artigli di colore lucidissimo e limpido a differenza di altri tassi che li hanno genericamente di colore scuro.

I tassi naso di porco sono una specie solitaria e si muovono solitamente da soli. Sono attivi durante la notte e scavano nel terreno per trovare il cibo e scavare le loro tane.

Questi mammiferi si nutrono di una varietà di alimenti in base a ciò che è disponibile: spaziano dalle piante, ai vermi, ai piccoli mammiferi. Si ritengono onnivori e sono in grado di trovare il cibo utilizzando il loro naso speciale che li aiuta a percepire gli odori. Scavano nel terreno utilizzando il muso e i denti della mascella inferiore e sono in grado di mangiare anche frutta, radici e tuberi. Il loro cibo preferito rimane, comunque, il lombrico di terra.

I tassi dal naso di porco sono predatori molto adattati in quanto posseggono grandi artigli, mascelle forti, pelle flessibile e un cattivo temperamento. La loro colorazione è aposematiche, il che significa che comunicano agli altri animali che sono pericolosi e devono essere lasciati soli. Sono ottimi scavatori e possono nascondersi rapidamente se si sentono minacciati. Per di più, sono in grado di secernere cattivi odori dalle ghiandole anali, non si sa però se queste secrezioni vengano utilizzate come meccanismi di difesa. Nonostante siano animali pericolosi e abili predatori, non di rado vengono predati da tigri e leopardi.  

Nonostante si abbiano poche informazione sui rituali di accoppiamento e la riproduzione specifica di questi animali, tali informazioni possono essere desunte dai comportamenti di altri mammiferi appartenente alla famiglia dei mustelidi. Si può dire che il loro periodo riproduttivo spazi da aprile a settembre e che abbiano una gestazione dai 5 ai 9 mesi e mezzo. Per ogni parto possono nascere da 2 a 4 cuccioli. Le femmine raggiungerebbero la fertilità dopo 2 o 3 mesi dalla nascita, mentre i maschi non la raggiungono fino ad un anno di vita. Questi animali raggiungono l’indipendenza dalla madre tra i 6 e i 9 mesi.

Nonostante non si abbiano informazioni in merito alla durata della vita media di un tasso naso di porco in natura, questi mammiferi vivono circa 15 anni in cattività.