Animali

Il più grande portale italiano dedicato agli animali domestici

iconaAccedi
Sei un nuovo utente? Registrati

Dom08202017

Last updateSab, 31 Ott 2015 6pm

Il varano d'acqua

Varano D'acqua

Il Varanus salvator, comunemente chiamato varano d’acqua comune, è un rettile appartenente alla famiglia Varanidae che vive in gran parte dell'Asia meridionale, in India, nelle Filippine e nelle isole Indo-australiane.

Il varano d’acqua è un rettile semi-acquatico che è in grado di vivere in una grande quantità di habitat. Questi varani sono spesso visti sulle sponde dei fiumi e nelle paludi, sono dipendenti dall’acqua e sono abili nuotatori e possono nuotare anche per lungo tempo.

Sebbene il varano d’acqua comune sia stato anche avvistato su terreni pianeggiati, le loro tipiche tane sono posizionate in riva ai corsi d’acqua.

Il varano comune d’acqua può arrivare ad una lunghezza di 3 metri anche se la maggior parte degli adulti non supera 1,5 metri. Comunemente, un esemplare adulto pesa intorno ai 20 chilogrammi ma individui molto grandi possono raggiungere anche più di 60 chilogrammi.

Gli esemplari di questa specie posseggono una fascia nera, bordata d giallo, nella zona temporale che si estende da un occhio all’altro dietro al capo. Il collo di questi varani è molto lungo e il loro muso è allungato (sulla punta del muso sono presenti le due piccole narici). La coda del varano d’acqua è compressa lateralmente e possiede una cresta dorsale.

Il colore complessivo di questo varano è marrone o nerastro scuro, con macchie gialle che tendono a diminuire quando l’esemplare diventa più anziano.

Il varano d’acqua è un carnivoro che mangia qualsiasi animale che ritiene commestibile. Tra alcune delle prede più comune ci sono: uccelli e le loro uova, piccoli mammiferi (soprattutto ratti), pesci, lucertole, rane, serpenti, coccodrilli giovani e tartarughe. Come il Drago di Komodo, il varano d’acqua è conosciuto per dissotterrare i cadaveri di esseri umani per divorarli.

Solo quando c'è una grande carogna diversi esemplari possono essere visti insieme a nutrirsi nello stesso luogo. Di solito, questi varani sono attivi durante il giorno, dal mattino presto fino al pomeriggio e passano anche gran parte della notte in acqua.

La tecnica di caccia principale utilizzato dai Varanus salvator è caratterizzata da inseguimento a terra; in acqua questo animale può rimanere sommerso al massimo per 30 minuti durante la battuta di caccia.

I maschi di varano d’acqua sono generalmente più grandi delle femmine, possedendo circa il doppio della massa corporea rispetto alle loro compagne, e la loro maturazione sessuale avviene quando questi raggiungono circa il metro di lunghezza. Le femmine raggiungono la maturità quando la loro lunghezza è di circa 50 centimetri.

La stagione riproduttiva va da aprile a ottobre anche se i testicoli dei maschi si ingrandiscono soprattutto nel mese di aprile mese entro il quale le femmine sono maggiormente recettive.

Dopo l’accoppiamento le uova vengono di solito depositate lungo tronchi in decomposizione o ceppi.

Questi animali possono arrivare a vivere in natura anche per 10 anni, anche se non sono poche le difficoltà che intaccano la loro sopravvivenza. La principale minaccia per questa specie deriva dalla caccia messa in atto dagli uomini per ottenere la loro pelle che viene utilizzato nel settore della pelletteria. Anche la carne non viene disprezzata e il grasso viene stesso utilizzato nella medicina tradizionale.