Animali

Il più grande portale italiano dedicato agli animali domestici

iconaAccedi
Sei un nuovo utente? Registrati

Mer04262017

Last updateSab, 31 Ott 2015 6pm

L'arvicola acquatica europea

ArvicolaEuropea

L'arvicola acquatica europea, nome scientifico arvicola amphibius, è un roditore appartenente alla famiglia dei Cricetidi; è anche conosciuta col nome di ratto d'acqua.

L'arvicola acquatica europea raggiunge una lunghezza che va dai 19 ai 21 cm, a cui si sommano gli 11 cm della coda, per un peso di circa 130 g; i maschi sono più grossi delle femmine. La testa è abbastanza grossa e rotonda, il muso è breve e tozzo, gli occhi sono piccoli e di colore nero, mentre le orecchie sono appena visibili, nascoste dal pelo. Le zampe sono anch'esse corte e tozze e le dita, nonostante l'animale nuoti, non sono palmate.

La pelliccia è lunga e folta, il colore varia a seconda della sottospecie: va dal grigio scuro al bruno-rossiccio e nella femmina il colore tende perlopiù al marroncino; il ventre è chiaro, e va dal biancastro al grigio-giallastro. In natura, questi animali sopravvivono in media solo 5 mesi, mentre in cattività possono vivere fino a cinque anni.

Distribuzione e Habitat

L'arvicola acquatica è diffusa praticamente in tutta l'Europa, eccetto che nella penisola iberica e in Francia; si trova anche ad est attraverso la Siberia, fin alle coste del Pacifico, mentre a sud arriva fino ad Israele, Iran, al Lago Baikal ed alla Cina sud-occidentale.

Abita le rive di torrenti, fiumi, stagni e canali anche salmastri, ma anche i prati umidi sia in aree pianeggianti che lievemente collinari.


Abitudini e Alimentazione

L'arvicola acquatica europea è un animale sociale, che vive in gruppi formati da una coppia riproduttrice e più generazioni di figli che a loro volta si riproducono; in genere, gli esemplari giovani scacciano quegli anziani. E' attiva all'alba o al tramonto, generalmente durante il giorno alterna periodi di riposo e di attività.

Ha un'indole schiva e ha l'abitudine di mimetizzarsi nella vegetazione; nuotando, raggiunge i 5 km/h. Se in pericolo, sono i maschi del gruppo a rispondere all'attacco mentre le femmine ed i cuccioli si rifugiano nella tana.Il suo territorio può estendersi fino a 300 m2: lo delimita servendosi delle ghiandole odorifere che possiede sui fianchi; vi scava tunnel lunghi e tortuosi che arrivano a misurare 35 m in inverno, e 75 m in estate.

L' arvicola acquatica si ciba principalmente di erbe che crescono lungo le rive dei corsi d'acqua presso cui vive, ma anche di frumento, avena, miglio e frutta; qualche volta si nutre anche anche di lumache d'acqua dolce, larve ed insetti. E' solita accumulare semi, noci, ghiande in apposite camere scavate nella propria tana,

Riproduzione

La stagione degli amori va da aprile ad ottobre: i maschi combattono fra loro per conquistare la femmina. Con l'approssimarsi del parto, la futura madre costruisce il nido in un tronco cavo, o si serve di nidi abbandonati di uccelli, che vengono però irrobustiti e rinforzati.

La gestazione dura circa 3 settimane, al termine delle quali nascono fra i tre e gli otto cuccioli, all'inizio ciechi ed inermi. Lo svezzamento avviene fra le due e le tre settimane di vita, e i cuccioli saranno sessualmente maturi a cinque settimane di vita.