Animali

Il più grande portale italiano dedicato agli animali domestici

iconaAccedi
Sei un nuovo utente? Registrati

Gio06222017

Last updateSab, 31 Ott 2015 6pm

L'exotic shorthair

ExoticShortair

L’exotic shorthair è una razza selezionata negli anni ’60 in America: è un incrocio tra un persano e un american shorthair, conosciuto anche con la denominazione di cugino esotico del gatto europeo.

Si tratta di un gatto di taglia media, dalla muscolatura solida, il quale può raggiungere un peso che va dai 4,5 kg ai 5 kg; la testa è grossa e dalla forma arrotondata, la fronte è ampia e le orecchie sono piccole, non aperte alla base e arrotondate verso l’estremità.

Gli occhi sono grandi e tondi, di un colore molto intenso; il naso è corto e lo stop è marcato. Le zampe si presentano corte, ma robuste e i piedi sono grandi e rotondi. La coda è anch’essa corta, il pelo è folto e soffice: i colori e i disegni ammessi sono tutti quelli previsti per il persiano, compresi pointed e seppia. In media, vive dai 12 ai 14 anni.

Carattere

L’exotic shorthair è un gatto dall’indole dolce, è particolarmente socievole e si affeziona a ogni membro della famiglia; non è aggressivo, pur avendo una forte personalità. Ama la vita di appartamento: è abbastanza pigro e adora le comodità, ma non disdegna uscire in giardino di tanto in tanto, soprattutto per dare la caccia ai topi; vive tranquillamente con gli altri gatti e gli altri animali domestici.

E’ indicato sia per i bambini sia per gli anziani, trattandosi di un gatto particolarmente dolce e giocherellone, con una pazienza infinita. L’exotic shorthair ha bisogno di attenzioni e di coccole: non ama essere lasciato da solo, quindi è sconsigliato per chi non trascorre in casa la maggior parte del tempo.

Non è raro che venga scelto anche per programmi di pet therapy con bambini e ragazzi disabili, persone ammalate o anziani.

Alimentazione e Cure

La dieta ideale per questa razza è costituita da un misto di cibi secchi e umidi; soprattutto se sterilizzato, il gatto tende a ingrassare molto, quindi è indispensabile tenere sotto controllo il suo peso.

Trattandosi di un gatto a pelo corto, non richiede particolari cure eccetto un’accurata spazzolatura un paio di volte la settimana. Durante il periodo della muta, tuttavia, ha bisogno di essere pettinato tutti i giorni poiché è solito perdere molto pelo.

Gli occhi dell’exotic shorthair, essendo particolarmente grandi, tendono a lacrimare facilmente: dovranno essere puliti almeno una volta al giorno, servendosi di fazzolettini imbevuti di camomilla o acqua tiepida.

Può capitare che, qualche volta, le lacrime del gatto si presentino di colore arancione: non c’è da preoccuparsi, poiché sembrerebbe una peculiarità di questa razza. Anche le orecchie dovranno essere pulite regolarmente, utilizzando apposite lozioni facilmente reperibili in farmacia.

Riproduzione

Dopo un anno di età, la femmina è in grado di accoppiarsi: la gestazione dura circa 60 giorni e, in genere, le cucciolate sono caratterizzate da 4 o 5 gattini. Non sono rare le complicazioni durante il parto, poiché i cuccioli hanno una struttura ossea abbastanza forte e una testa molto grossa.

I piccoli saranno svezzati dopo 30 giorni dalla nascita: verranno somministrati prima cibi liquidi e poi alimenti solidi, ma facilmente digeribili.