Animali

Il più grande portale italiano dedicato agli animali domestici

iconaAccedi
Sei un nuovo utente? Registrati

Gio12142017

Last updateSab, 31 Ott 2015 6pm

L'indri

Indri

L’indri indri, comunemente chiamato indri o babakoto, è un primate appartenente alla famiglia Indriidae che vive nel Madagascar orientale risiedendo nelle foreste pluviali costiere e montane ad altitudini di 1.800 metri sopra il livello del mare.

L’indri è il lemure più grande esistente. Ogni esemplare pesa tra i 7 e i 10 chilogrammi, raggiunta la maturità, e possono raggiungere la lunghezza di 90 centimetri. La coda è molto piccola e misura circa 5 o 6 centimetri. Le orecchie dell’indri sono abbastanza grandi e ricoperte di ciuffi di pelo arruffati, il muso è allungato e le zampe posteriori sono molto lunghe e sottili (lo aiutano nei lunghi balzi che compie da un albero all’altro) mentre le braccia risultano corte.

Il colore dell’indri è alquanto variabile. Il colore preponderante è il nero ma chiazze biancastre possono essere presenti sul capo, il collo e i fianchi dell'animale. Gli esemplari che vivono più a settentrione tendono ad essere di colore più scuro rispetto ad altri esemplari che vivono a sud e sono solitamente più chiari manifestando chiazze bianche anche sul sedere, le braccia e le gambe.

Gli indri hanno grandi mani e piedi e i loro pollici sono piccolo e solo leggermente opponibile mentre  gli alluci sono molto più grandi e con maggiori capacità di opporsi al palmo del piede. Le altre dita, sia delle mani che dei piedi, sono unite tra loro e vengono utilizzate come fossero una singola unità.  

Gli indri sono diurni e arborei. La quantità di tempo di attività varia da stagione a stagione, secondo la quantità di luce disponibile. Tra il 30 e il 60% delle attività di questi primati sono associate all'alimentazione e allo spostamento che effettuano tramite salti verticali da un albero all'altro. Quando non scendono a terra, si muovono saltando e tenendo le braccia sopra la testa.

Gli indri vivono in gruppi di 3-5 individui, solitamente composti da 2 adulti e la prole. La femmina adulta è dominante e il gruppo può muoversi anche per 700 metri al giorno. La difesa territoriale è effettuata dai maschi adulti che segnano il territorio con l’urina e le secrezioni ghiandolari del muso.  

Come gli altri primati diurni, gli indri utilizzano segnali visivi per comunicare; anche la postura e l’espressione facciale sono fondamentali. Questi lemuri, inoltre, sono animali vocali che utilizzano dei richiami per comunicare.

Questa specie di primate è vegetariana e i suoi membri si nutrono di frutti, foglie e fiori d’albero oltre che di vegetazione al suolo quando scendono dagli alberi.

Gli indri molto probabilmente sono monogami e le femmine partoriscono una volta ogni 2 o 3 anni dopo circa 150 giorni di gestazione. I cuccioli fino ai 4/5 mesi di vita restano attaccati al ventre materno per poi spostarsi sul dorso della madre; vengono svezzati entro i 6 mesi e restano col gruppo familiare fino al compimento dei 2 anni.

Questi animali raggiungono la maturità sessuale tra i 7 e i 9 anni d’età e vivono in media (secondo quanto si è potuto stabilire mediamente per l’intera categoria dei lemuri) tra i 25 e i 40 anni.