Animali

Il più grande portale italiano dedicato agli animali domestici

iconaAccedi
Sei un nuovo utente? Registrati

Sab08182018

Last updateSab, 31 Ott 2015 6pm

L'orca

orca

L’orca, conosciuta dagli esperti col nome di orcinus orca, appartiene alla famiglia delle Delphinidae.

Il corpo è liscio: bianco sul ventre e nero sul dorso, dal mento sino all'ano; vi è una macchia bianca sopra l'occhio e una grigia dietro la pinna dorsale. Quest’ultima è chiamata sella, ed è diversa in ogni orca, per questo motivo è utilizzata come carattere distintivo. Negli esemplari maschi, la pinna dorsale raggiunge 1,9 m di altezza, mentre nelle femmine è circa la metà. L’orca possiede una coda molto grande, di cui si serve per spostarsi rapida e per muovere l’acqua così da riprodurre suoni che spaventano i pesci.

E’ provvista di denti: ciascuna mascella ha dai 20 ai 26 denti e ognuno di essi è incurvato così da permetterle di afferrare e dilaniare meglio la preda.

L’unico nemico dell’orca è l’uomo: sono solo le orche più giovani a rischiare di essere predate da squali particolarmente grandi.

Diffusione

L’orca è diffusa praticamente in tutti gli oceani e i mari del mondo, pur preferendo le zone costiere e le acque più fredde. In genere, vive a profondità di 20 o 60 m, anche se non raramente la si trova in acqua molto più basse, anche a 300 m perché in cerca di cibo.

Comportamento

L’orca è un animale migratore che vive in piccoli gruppi, in genere formati da una femmina con i suoi piccoli, altre femmine più anziane e sterili e un maschio adulto. Questi gruppi sono denominati pod: sembrerebbe che i vari pod siano in contatto tra loro mediante suoni, e ognuno ha un proprio linguaggio, forse tramandato da generazioni.

L’indole dell’orca è particolarmente curiosa: spesso salta fuori dall’acqua solo per guardarsi un po’ intorno. E’ un animale addomesticabile: lo prova il fatto che alcune di loro sono le maggiori attrazioni di parecchi parchi di divertimento acquatici.

Alimentazione

L'orca preda balene, delfini, persino gli squali, i polpi, le tartarughe marine oltre che uccelli marini, foche, leoni di mare, lontre e altri animali. Di norma, un'orca mangia 45 kg di carne al giorno, ma può mangiarne anche di più se c'è disponibilità di cibo.

Cacciano in gruppo, raramente da sole: nel caso in cui debbano attaccare un branco di pesci, questi sono spinti da tutto il gruppo verso delle barriere naturali e intrappolati, quindi divorati.

Riproduzione

La femmina raggiunge la maturità sessuale intorno ai 6-10 anni, eppure inizia ad accoppiarsi verso i 15 anni; l’accoppiamento può avvenire in qualsiasi periodo dell’anno, più frequente nei mesi estivi. La femmina non si accoppia necessariamente con il maschio appartenente al proprio pod, ciononostante il piccolo è accudito dal gruppo di appartenenza della madre.

La gestazione dura 14 mesi circa: alla nascita, il piccolo pesa intorno ai 135 kg ed è lungo circa 2 m. Viene partorito in acque basse e appena nato, la madre o qualcun altro del gruppo lo porta subito in superficie per respirare.

L’orca è una madre molto premurosa e dedica la vita al proprio piccolo.  Le femmine smettono di procreare intorno ai 40 anni; la loro vita produttiva dura circa 25 anni.