Animali

Il più grande portale italiano dedicato agli animali domestici

iconaAccedi
Sei un nuovo utente? Registrati

Dom10222017

Last updateSab, 31 Ott 2015 6pm

L'orso nero americano

Orso Nero Americano

L’Ursus americanus, l’orso nero americano conosciuto anche come Baribal, è un mammifero della famiglia ursidae e del genere ursus che può essere rintracciato in Alaska, in Canada e in gran parte degli Stati Uniti d’America fino al Messico centrale.

Gli orsi neri americani, vivendo in habitat molti differenti rispetto alla zona che popolano, si sono adattati a sopravvive in zone boschive e fitte ad altitudini anche comprese tra i 1.000 e i 3.000 metri. Questi animali possono vivere anche in zone palustri o, nei pressi delle zone costiere, in foreste di pini.

Gli orsi neri americani sono solitamente di colore nero, in particolare nel Nord America orientale. Questi ursidi hanno un muso più chiaro rispetto alla pelliccia scura e possono avere una macchia bianca che contraddistingue il petto. Le popolazione che vivono verso occidente hanno una colorazione più chiara rispetto ai fratelli orientali e possono essere color marrone, cannella o biondi. Alcune popolazioni costiere del British Columbia e dell’Alaska sono di colore bianco crema o grigio bluastro.

La lunghezza complessiva del corpo dei maschi dell’orso nero americano varia da 1,4 metri a 2 metri, mentre le femmine (più piccole) possono avere lunghezze comprese tra 1,2 metri e 1,6 metri. La coda è piccola (come quella della maggior parte dei mammiferi appartenente alla famiglia degli ursidi) e ha una lunghezza compresa tra gli 8 e i 14 centimetri. Il peso dei maschi è compreso tra i 47 ei 409 chilogrammi, mentre le femmine pesano tra 39 e 236 chilogrammi.

Gli orsi neri americani si distinguono dagli orsi grizzly o dagli orsi bruni (appartenenti alla specie Ursus arctos) per i peli meno lunghi che ricoprono le orecchie, per la gobba sulla spalla più piccola e per il profilo che appare convesso anziché concavo.  

Gli orsi neri americani hanno abitudini generalmente crepuscolari. Quando vivono in prossimità di insediamenti umani, possono diventare diurni o notturni per nutrirsi di rifiuti o culture agricole. Durante i periodi di inattività, gli orsi neri si rannicchiano in zone maggiormente depresse nel folto dei boschi su letti di foglie.

Gli orsi neri americani sono normalmente animali solitari, esclusi i periodi in cui le femmine si spostano con i cuccioli o si accoppiano con i maschi. Può succede, alle volte, che alcuni orsi si uniscano quando in una zona è presente molto cibo ma i gruppi sono ordinati gerarchicamente.  

Anche se sono descritti come animali riservati e timidi sono molto curiosi e intelligenti e manifestano una grande capacità di apprendimento. Sono degli abili nuotatori e trascorrono molto tempo con le madri prima di apprendere tutto ciò di cui necessitano per la sopravvivenza.

Questi orsi si nutrono principalmente di vegetali ma è la disponibilità di diversi tipi di alimenti che li porta a nutrirsi maggiormente di un alimento rispetto a un altro. La disponibilità di cibo varia a seconda della regione che l’orso nero americano abita. Genericamente, comunque, solo una piccola parte della dieta di questi orsi consiste di materia animale che è composta principalmente di insetti e coleotteri. La maggior parte dei vertebrati sono consumati sotto forma di carogne. Gli orsi neri non sono attivi predatori e si nutrono di vertebrati solo se ne esiste l'occasione. Quando è disponibile, preferiscono gli scarti di cibo degli esseri umani.

Le femmine rimangono in estro per tutta la stagione degli amori fino a che non si accoppiano. Di solito partoriscono ogni due anni, ma a volte possono aspettare anche 3 o 4 anni. La gravidanza dura in genere circa 220 giorni ma questo periodo include il tempo dell’impianto ritardato del seme maschile. Lo sviluppo embrionale si verifica solo nelle ultime 10 settimane di gravidanza. Le nascite si verificano soprattutto in gennaio e febbraio, comunemente mentre la femmina è in letargo. Da un parto possono nascere fino a 5 cuccioli, ma di solito ne nascono 2 o 3.

I cuccioli nascono ciechi e senza peli di un peso compreso tra i 220 e i 500 grammi. Vengono allattati dalla madre in letargo e lasciano la tana per la prima volta in primavera, raggiunto il peso di circa 5 chilogrammi. I piccoli vengono svezzati entro l’ottavo mese di vita e raggiungono la maturità sessuale entro i 9 anni (le femmine tra i 2 e i 9 anni, i maschi tra i 3 e i 4 anni, anche se continuano a crescere fino ai 12 anni di età).

I cuccioli abbandonano la madre dopo circa 17 mesi dalla nascita e hanno un'aspettativa di vita di circa 30 anni in natura, che però frequentemente si riduce a 10 anni per l’intervento dell’essere umano. Il 90% delle morte di orsi neri americani è dovuta alla caccia umana.