Animali

Il più grande portale italiano dedicato agli animali domestici

iconaAccedi
Sei un nuovo utente? Registrati

Lun11202017

Last updateSab, 31 Ott 2015 6pm

La convivenza tra cani

convivenza-cani

Il cane è un animale sociale e ha bisogno di rapportarsi con l’ambiente in cui vive e con i componenti del branco, nel quale l’equilibrio è stabilito da gerarchie. Queste si creano quando due o più cuccioli crescono assieme, mentre, se sono inseriti adulti nello stesso territorio, possono nascere contese.

Quando entrambi i cani si mostrano sottomessi, non ci sarà nessuno scontro: ognuno teme la reazione dell’altro e per questo motivo resterà al proprio posto; non essendoci un vero capo branco, può succedere che i due si alternino al comando.

La presenza di un cane dominante e uno sottomesso sarebbe ideale: anche in questo caso non vi sarà lotta, perché l’animale inibito accetterà senza opporsi l’egemonia dell’altro, beneficiando in qualche modo della sua protezione.

La situazione in cui entrambi i cani sono dominanti, al contrario, risulta complicata: nessuno dei due vuol riconoscere la supremazia dell’altro, finendo coll’azzuffarsi continuamente e giungendo anche a lotte particolarmente feroci. Non ci sarà equilibrio e la tensione sarà sempre molto elevata; molto spesso, l’unica soluzione è la separazione definitiva dei due animali.

Se si desidera adottare due o più cani

Il primo consiglio riguarda la taglia: è opportuno prendere due cani diversi, poiché la sostanziale differenza di costituzione potrebbe automaticamente eleggere il cane dominante. Non è scontato, tuttavia, che sia il cane più grande a diventarlo.

Solitamente, i cani di sesso opposto hanno meno difficoltà ad andare d’accordo, ma i continui accoppiamenti potrebbero essere un problema. Se gli animali hanno lo stesso sesso, è bene tenere in considerazione anche il carattere individuale di ognuno. Un altro suggerimento riguarda l’età: è consigliabile non mettere insieme un esemplare anziano con un cucciolo.

Prima di lasciare che vivano nello stesso ambiente, è utile che i due cani si incontrino in uno estraneo, così da poter socializzare. L’ideale sarebbe adottarli contemporaneamente e permettere loro di entrare in casa insieme: il territorio sarà nuovo per entrambi.

Come comportarsi con i due cani?

E’ necessario dar loro da mangiare separatamente, accertandosi che uno non rubi il cibo all’altro. Bisogna trattarli allo stesso modo, ma è consigliabile educarli separatamente cosicché non si condizionino a vicenda. Al contrario, è importante impartire gli ordini collettivamente.

Una piccola accortezza è soddisfare prima il cane dominante, poi quello sottomesso. Se il primo non permette al padrone di dedicarsi all’altro, l’uomo dovrà attendere che si sia allontanato, per poi dedicarsi al cane sottomesso. Tale comportamento è indispensabile se non si vuole che il dominante infierisca sull’altro cane durante l’assenza del padrone.

Inoltre, è importante non prendere le difese del cane inibito, poiché quello che ha l’egemonia ha bisogno, talvolta, di dimostrare la propria autorità e il padrone deve rispettarlo e permetterglielo.

Quando si sceglie di portarli fuori, non bisognerà mai farlo separatamente o un cane potrà vivere esperienze diverse dall’altro, cosa che può portare ad avere riflessi condizionati discordanti.