Animali

Il più grande portale italiano dedicato agli animali domestici

iconaAccedi
Sei un nuovo utente? Registrati

Sab11182017

Last updateSab, 31 Ott 2015 6pm

La laminite

La laminite

La laminite, anche detta podoflemmatite, è una delle patologie più gravi che possono affliggere un cavallo causandogli ischemia per rilascio abnorme d’istamina che causa vasodilatazione periferica e aumento della permeabilità dei vasi.

Questa infiammazione delle lamine dermiche del piede è una malattia molto seria e può condurre all’abbattimento dell’animale.

Gli arti anteriori sono solitamente quelli più colpiti dalla patologia, anche se non è infrequente che un cavallo possa soffrire di laminite agli arti posteriori.

Questa patologia colpisce soprattutto i cavalli che fanno abuso di orzo e fave e carboidrati in genere nell’alimentazione.

La patologia insorge in maniera improvvisa e febbrile. Tale processo repentino deriva dall’infiammazione dei tessuti molli del piede.

Questa patologia è caratterizzata da disturbi del movimento dovuti al processo infiammatorio della parete dorsale degli zoccoli.

I cavalli che sono colpiti da laminite evitano di muoversi e, se lo fanno, sembrano camminare sulle spine, forzatamente, tenendo gli arti molto vicini.

Quando sono solo gli arti anteriori a essere colpiti dalla patologia, questi sono distesi in avanti per evitare che vi si poggi peso mentre quelli posteriori sono piegati sotto la pancia.

Tra le terapie mirate e tempestive per questa patologia si annoverano gli antistaminici in iniezione, oppure infusioni ed endovene di calcio.

Se la patologia è presa tardivamente può portare alla caduta degli zoccoli del cavallo o alla sua morte.

Una dieta bilanciata e un’attenta cura dell’animale possono prevenire la contrazione di tale patologia che può essere causata, nelle fattrici, anche dalla ritenzione della placenta che porta una metrite e un assorbimento di sostanze nocive attraverso l’utero.

Anche l’abuso di farmaci, in particolare cortisonici, l’obesità, il terreno duro, le coliche, le infezioni non curate, la zoppia, l’iperponia, il Morbo di Cushing o anche la ricchezza del pascolo primaverile e l’ingestione di un grande quantitativo di erba possono, attraverso vari passi, condurre alla laminite.

È opportuno tenere sempre sotto controllo il cavallo e la sua salute con frequenti controlli veterinari.