Animali

Il più grande portale italiano dedicato agli animali domestici

iconaAccedi
Sei un nuovo utente? Registrati

Dom10222017

Last updateSab, 31 Ott 2015 6pm

La lince rossa

Lince Rossa

La lince rossa, chiamata degli esperti Lynx rufus, è un mammifero carnivoro appartenente alla famiglia dei felidi che popola tutto il Nord America, dal Canada meridionale al sud del Messico.

Questa lince può essere avvistata in una gran varietà di habitat: foreste, zone semi-desertiche, montagne e foreste a macchia. Le linci rosse dormono in tane nascoste, spesso ricavate nel cavo degli alberi, in boschetti, o fessure rocciose.

La lince rossa ha una lunghezza che varia tra i 65 e i 105 centimetri con la coda che aggiunge solo tra gli 11 e i 19 centimetri al complesso longilineo di questo felide. Questi animali sono alti 45/58 centimetri alla spalla e possono pesare tra i 4 ei 15 chilogrammi.

La pelliccia delle linci rosse può essere di varie tonalità di colore: marrone, con strisce marrone scuro o nero e macchie su alcune parti del corpo. La punta della coda e il dorso delle orecchie sono solitamente nere e hanno ciuffi auricolari brevi e ciuffi di peli lunghi sul lato della testa che sembrano vere e proprie basette.

Come molti felidi, le linci rosse sono animali solitari e l’interazione tra maschio e femmina avviene quasi esclusivamente durante la stagione degli amori. Sono, inoltre, animali silenziosi che raramente vocalizzano, anche se spesso miagolano e soffiano durante la stagione degli amori.

Le linci rosse sono terrestri e notturne, anche se sono ottime scalatrici e spesso sono attive anche al crepuscolo.

Questi animali segnano i loro territori con gli odori per respingere gli intrusi ed emettono differenti suoni per comunicare l’uno con l’altro durante la stagione riproduttiva. Essendo dei felidi, posseggono una vista e un udito molto sviluppati e anche il senso dell’olfatto risulta molto raffinato.

Questi felidi si nutrono esclusivamente di carne e sono cacciatori furtivi inseguendo la preda per poi balzarle addosso per ucciderla con un morso alle vertebre del collo. Le linci rosse si nutrono di roditori, conigli, piccoli ungulati, uccelli e talvolta rettili, non disdegnando, occasionalmente, piccoli animali domestici e animali da cortile.

Il sistema di accoppiamento delle linci rosse è simile a quello dei gatti domestici: maschi e femmine si uniscono solo per il breve tempo necessario per il corteggiamento e l'accoppiamento e, sia i maschi che le femmine, possono avere più partner.

Questi animali cercano un compagno, solitamente, all’inizio della primavera e dopo una gestazione di 60/70 giorni la femmina mette al mondo una cucciolata di circa 3 piccoli. I giovani aprono gli occhi per la prima volta a 10 giorni, diventano in grado di muoversi autonomamente a 2 mesi e si separano dalla madre compiuti gli 8 mesi.

Le femmine di lince rossa forniscono il nutrimento ai cuccioli attraverso l’allattamento e poi li svezzano portando loro della carne e li guidano nei primi approcci alla caccia. Nel processo di allevamento e crescita dei cuccioli i maschi non sono coinvolti e, nonostante questi animali possano vivere anche 32 anni in cattività, la stima della loro vita in natura risulta piuttosto bassa. Le linci rosse allo stato brado vivono per circa 12 anni data la minaccia rappresentata dall’uomo per la loro sopravvivenza.