Animali

Il più grande portale italiano dedicato agli animali domestici

iconaAccedi
Sei un nuovo utente? Registrati

Mer04262017

Last updateSab, 31 Ott 2015 6pm

La Pogona henrylawsoni

Pogona henrylawsoni1

La pogona henrylawsoni è un rettile insettivoro appartenente alla famiglia delle Agamidae e al genere Pogona ed è meglio conosciuta come drago di Rankin.

Questa pogona risulta abbastanza simile al più grande drago barbuto, ovvero la Pogona vitticeps, ma è di solito molto più piccola di quest'ultima.
Questo esemplare di Pogona vive in un’aria estremamente ristretta del Queensland australiano caratterizzata da territori quasi desertici, dove manca quasi del tutto la vegetazione se non fosse per piccoli arbusti sotto i quali questi animali trovano riparo. La pogona henrylawsoni riesce a rintanarsi anche nelle grandi fessure presenti nella pianura desertica riparandosi così da intemperie e dal forte sole delle nere terre del Queensland.

Questa specie, nonostante fosse nota agli studiosi da molto tempo, è stata riconosciuta come tale soltanto nel 1985 e deve il suo nome ad Henry Lawson, poeta australiano per una questione abbastanza singolare: questa pogona non possiede barba (caratteristica tipica di questo genere di rettili), proprio come questo poeta che, a quanto è possibile rinvenire dalle foto, non aveva barba.

La pogona henrylawsoni si può distingue dalle sue conspecifiche, quindi, per una barba abbastanza ridotta e poco sviluppata, per la forma della testa piccola e triangolare, per le dimensioni estremamente ridotte e la presenza di una coda corta e tozza.
Un adulto di pogona henrylaesoni solitamente non raggiunge una lunghezza superiore ai 30 centimetri considerando l’intero corpo dal muso alla coda; tale caratteristica permette una maggiore capacità di gestione della pogona nel caso si decida di tenerlo in casa in quanto animale domestico.

Le pogone henrylaesoni nonostante in natura non si accoppino con altre specie dello stesso genere (quali la pogona vitticeps), poiché vivono in un’area distinta da quella popolata da queste ultime, possono effettuare tali accoppiamenti in cattività dando alla luce delle pogone ibride che sono similari alle henrylaesoni ma più grandicosa che può comportare difficoltà per la femmina durante la gestazione.

Tali animali sono in grado di riprodursi in seguito al compimento del primo anno d’età e una femmina può arrivare a deporre fino a 21 uova, ma sono necessari circa 2 mesi di incubazione prima della schiusa; le variazioni in merito al termine della schiusa delle uova dipendono dalle condizioni atmosferiche che le pogone debbono subire.

A dispetto di quanto possa avvenire nella maggior parte delle specie animali esistenti sul nostro pianeta, in questa specie è il maschio ad avere dimensioni maggiormente ridotte rispetto alle femmine ed il colore del manto risulta similare tra i due sessi: mantengono un colorito beige sabbia con la schiena più scura rispetto al ventre che risulta più chiaro.
Questi animali possono vivere tra i sei e gli otto anni ed il loro ambiente è naturalmente caldo, secco e roccioso e tali caratteristiche dovrebbero essere mantenute anche quando l’animale vive in cattività.

Le pogone hernylaesoni sono una specie di pogone particolarmente sociali e, se scelte come animali domestici, sono in grado di essere, in maniera supervisionata, adattate alla presenza di bambini. C’è da specificare, però, che questi animali non amano particolarmente essere manipolati e possono manifestare violenza in caso vengano capovolti.

La maggior parte di queste pogone presenti in cattività sono discendenti di alcuni di questi sauri importati illegalmente dall’Australia durante gli anni ottanta del secolo scorso, ma si sono adattate egregiamente alla vita in terrario.