Animali

Il più grande portale italiano dedicato agli animali domestici

iconaAccedi
Sei un nuovo utente? Registrati

Dom11192017

Last updateSab, 31 Ott 2015 6pm

La quaglia

Quaglia

La quaglia comune, nome scientifico coturnix coturnix, è un uccello appartenente alla famiglia dei Phasianidae e all’ordine dei Galliformi.

La quaglia comune è un uccello di piccole dimensioni, che raggiunge una lunghezza di circa 16-18 cm per un peso che oscilla tra i 70 e i 120 gr e un’apertura alare di 32-35 cm. Le piume sono brune con venature giallo-ruggine sulle parti superiori, i lati del petto sono rosso-ruggine con strisce longitudinale gialle; il capo è striato, il centro dell’addome è giallino, mentre dalla mascella superiore sopra l'occhio, sul collo e intorno alla gola si trova una riga bruno- giallo chiaro: grazie a queste tonalità, si mimetizza facilmente; le femmine hanno colori più sbiaditi rispetto ai maschi. Gli occhi sono rossicci-bruni, il becco è grigio e le zampe sono giallo pallido.

E’ definita anche quaglia da volo, da caccia o selvatica e viene usata dai cacciatori per l’addestramento dei cani.

Distribuzione e Habitat

La quaglia comune è un uccello diffuso quasi ovunque: è presente in Europa, in Asia centrale, e migrando verso sud, attraversa tutta l'Africa settentrionale fino all'equatore e al Capo di Buona Speranza, e verso tutti i paesi meridionali del continente asiatico.

La migrazione post-riproduttiva ha luogo tra agosto e novembre con picco in settembre, mentre quella pre-nuziale si ha tra marzo e giugno, con picco in maggio. In estate, la quaglia comune ama sostare nelle pianure ricche di cereali, evitando le paludi o le regioni montuose; vive perlopiù nei luoghi dove è facile trovare piantagioni di frumento.

Abitudine e Alimentazione

Si tratta di un uccello molto diffidente e timido, che sceglie di mimetizzarsi nella natura, preferendo correre per fuggire piuttosto che volare. Il volo è, ad ogni modo, piuttosto veloce ma mai troppo prolungato eccetto che nel momento della migrazione. Non è considerata una buona volatrice, ma è comunque in grado di coprire una distanza di 700 km a una velocità di 70 km/orari in una notte sola. I sensi, in particolar modo la vista e l’udito, sono ben sviluppati.

L’alimentazione della quaglia comune è caratterizzata da semi di vario genere, da foglie e gemme, ma anche e soprattutto da ogni specie d’insetto. Assieme al cibo, l’uccello inghiotte dei piccoli ciottoli; per dissetarsi, si lascia bastare le gocce di rugiada che raccoglie sulle foglie.

Riproduzione

La stagione degli amori coincide con i mesi di maggio e giugno: i maschi sono soliti difendere il loro territorio in maniera piuttosto aggressiva, emettendo particolari richiami per attirare l’attenzione della femmina. Se queste sono numerose, si sceglie la poligamia ma se scarseggiano, il maschio opta per la monogamia.

La femmina inizia a costruire il nido prima dell’estate, in campi di frumento o prati, in una piccola buca che riveste con erba secca. Depone dalle 8 alle 14 uova, di colore marroncino chiaro con macchie scure. L’incubazione dura dai 18 ai 20 giorni: i cuccioli, appena nati, saranno già in grado di nutrirsi e dopo 18 giorni di volare. Abbandonano il nido molto presto e verso la quinta o sesta settimana avranno già completato l’intero sviluppo.