Animali

Il più grande portale italiano dedicato agli animali domestici

iconaAccedi
Sei un nuovo utente? Registrati

Lun12182017

Last updateSab, 31 Ott 2015 6pm

La Talpa-Toporagno americana

Talpa-toporagno amaricana

La talpa-toporagno americana (Neurotrichus gibbsii) è la talpa più piccola esistente in Nord America. È l’unico membro vivente del genere Neurotrichus ed è noto anche come talpa-toporagno di Gibb. Viene definita talpa-toporagno e non solo “talpa” o “toporagno” per la sua pelliccia che è molto simile a quella caratteristica dei toporagni e per la dentatura, invece, specifica delle talpe.

La talpa-toporagno americana popola le zone umide, boschive o cespugliose nel nord-ovest e sud-ovest degli Stati Uniti d’America. Nella parte più a nord del suo habitat vive lungo i torrenti o in boschi umidi mentre nella parte più meridionale popola zone paludose che sono ricoperte di vegetazione.

La talpa-toporagno americana ha un corpo aereodinamico che le permette di passare in maniera agevole attraverso i tunnel sotterranei che scava; inoltre non possiede padiglioni auricolari così che non possano ledersi durante le manovre nei piccoli spazi. Questa specie di talpa è un animale gregario e vive in gruppi di 15-20 esemplari che comunicano tra di loro attraverso l’emissione di suoni simili a cinguettii che sono udibili a distanza di parecchi metri. Essendo animali praticamente ciechi che vivono sottoterra effettuano cicli di sogno-vegli differenti dal resto degli animali e possono essere attivi tanto durante la notte che durante il giorno.

Questo talpide possiede un lungo e stretto rostro, che è la porzione esposta che forma il muso. La giunzione tra le ossa del cranio si trasforma in osso molto presto, il che rende difficile identificarne l’età in base all’osservazione delle ossa craniche. Le mascelle si trasformano in osso solo in età adulta e le radici dei molari superiori sono esposte negli esemplari ancora giovani. Questa talpa possiede 36 denti, che consistono in incisivi, canini, premolari e molari che posseggono uno smalto bianco a differenza dei toporagni che lo posseggono rosso-bruno o mogano.

Il pelo di questa piccola talpa è denso e morbido e il suo colore varia dal grigio scuro a un fuligginoso bluastro-nero. La coda è lunga la metà rispetto alla lunghezza della testa e del corpo ed è ricoperta di squame e peli sparsi grossolanamente mentre il muso è lungo e appiattito. È la talpa americana più piccola esistente, infatti è lunga circa 10 centimetri con 3 centimetri di coda per un peso di 10 grammi. Le zampe anteriore sono piccole e larghe munite di falangi biforcute così da fornire maggiore sostegno per gli artigli nello scavare. I tre artigli centrali delle zampe anteriori sono allungati e, come in molte talpe, gli occhi risultano completamente coperti di pelle.  

Questa talpa è spesso attiva in superficie e si nutre di lombrichi, insetti e lumache, non disdegnando la vegetazione. La sua dieta dipende anche dal tipo di fonti di cibo a disposizione, infatti può nutrirsi maggiormente di vegetazione in caso ​​non siano presenti insetti o altri artropodi nelle vicinanze. Anche se è un animale per lo più sotterraneo e non riesce a vedere, è comunque in grado di salire sui cespugli alla ricerca di cibo.

Questa specie di talpidi può avere diverse gravidanze durante l’anno. Le femmine partoriscono cucciolate di 1-4 piccoli e i neonati sono lunghi circa 30 millimetri per un peso di 1 grammo. Poiché nelle femmine la vagina rimane chiusa finché i follicoli non sono nelle ovaie e nei maschi manca lo scroto risulta difficile determinare il sesso di una talpa-toporagno americana senza eseguire una dissezione. È stato evidenziato che queste talpe tendono a nascondersi appena percepiscono un pericolo ma riemergono dalla loro tana in meno di un minuto, fatto per il quale risultano facili prede di molti altri animali quali: gufi, serpenti, falchi, procioni, etc.