Animali

Il più grande portale italiano dedicato agli animali domestici

iconaAccedi
Sei un nuovo utente? Registrati

Mar06192018

Last updateSab, 31 Ott 2015 6pm

Lo scoiattolo striato

scoiattolo-striato

Lo scoiattolo striato è un mammifero facente parte dell’ordine dei Roditori e della famiglia degli Sciuridi; due sono gli esemplari più comuni: lo scoiattolo giapponese e quello nordamericano, anche detto Chipmunk.

Il corpo ha una forma tondeggiante e può raggiungere una lunghezza di circa 25 centimetri, di cui 10 solo per la coda; la testa è grande e il muso appuntito, le orecchie sono tonde, piccole e gli occhi grandi e neri, posti lateralmente così da garantire al roditore un ampio campo visivo, utile ad avvistare possibili predatori.

Lo scoiattolo striato è caratterizzato dalle cosiddette tasche guanciali, simili a borse, in cui l’animale trasporta cibo e materiale per il proprio nido: possono espandersi fino alle spalle e raggiungere un volume corrispondente a quello della testa. Gli arti anteriori sono corti e tozzi, mentre quelli posteriori sono molto più lunghi e robusti. La dentatura degli scoiattoli è priva di canini: al loro posto c’è uno spazio senza denti detto diastema.

Lo scoiattolo striato è particolarmente agile e veloce, si muove con sicurezza sia tra gli alberi sia sul terreno. Si tratta di un animale solitario e molto territoriale: pur non avendo un’indole particolarmente aggressiva, difende la propria tana senza esitazione. Nel periodo compreso tra ottobre e aprile, il roditore alterna periodi di sonno profondo, anche cinque o otto giorni, a brevi periodi di veglia durante i quali si ciba delle provviste accumulate durante la bella stagione.

Habitat

In natura, l’animale vive nelle foreste e nelle aree più cespugliose ai confini dei boschi. E’ solito scavare la propria tana, da cui non si allontana mai molto, nel terreno: è caratterizzata da un insieme di gallerie profonde circa cinquanta centimetri, che terminano in alcune camere, il nido e la dispensa. Nella prima, lo scoiattolo dorme, trascorre le ore fredde dell’inverno, quelle troppo calde dell’estate e si occupa dei piccoli neonati; nella seconda camera, viene immagazzinato il cibo.

Alimentazione

La dieta di questo piccolo roditore è costituita da frutta, semi, verdure e pochi alimenti di origine animale. Tra la frutta fresca, ama particolarmente le mele, le pere, le pesche, le arance, i mandarini, le clementine e il melograno. Si ciba anche di frutta secca, come arachidi, noci, nocciole, mandorle, castagne.

Riproduzione

La femmina possiede un utero doppio, con due corpi uterini che sfociano separatamente nella vagina; il maschio presenta un osso, detto penieno, che attraversa il pene. 

Il periodo dell’accoppiamento, nello scoiattolo striato, segue il sonno invernale e va da febbraio a ottobre: la femmina è recettiva per due giorni, tre al massimo, e nel maschio si ha la discesa dei testicoli, molto evidenti, dall'addome nello scroto.

La gravidanza dura all’incirca un mese, in seguito alla quale la femmina darà alla luce da 2 a 9 piccoli: essi nascono senza pelo e pesano 3 o 4 grammi. Lo sviluppo è molto rapido e verso l’ottava settimana dalla nascita già si staccano dalla madre.

Durante le prime settimane, la madre è molto protettiva e aggressiva con chiunque cerchi di avvicinarsi ai propri cuccioli.