Animali

Il più grande portale italiano dedicato agli animali domestici

iconaAccedi
Sei un nuovo utente? Registrati

Dom12172017

Last updateSab, 31 Ott 2015 6pm

Lusitano

cavallo-lusitano-1

Questo cavallo, sensibile e coraggioso, deriva dall'Andaluso. Le sue origini sono morfologicamente ben visibili.

Tipo: mesomorfo
Luogo d'origine: Portogallo
Diffusione: Portogallo
Mantello: grigio, sauro, baio
Altezza al garrese: 1,52-1,63 m
Impieghi ed abitudini: sella, Alta scuola, tiro leggero, corrida
Carattere: vivace, coraggioso e sensibile

Il Lusitano, nonostante sia un cavallo docile, spesso appare nevrile. Dotato di una grande agilità, il Lusitano viene elevato a simbolo del Portogallo. Grazie al suo spirito collaborativo è molto adatto all'uso militare ma anche alle esibizioni di passage. Il Lusitano viene adoperato anche nelle corride a dimostrare con il toro. Dotato di un eccezionale equilibrio psico-fisico, è anche un cavallo veloce e coraggioso.

Cenni Storici

Il Lusitano viene spesso considerato come una vera e propria versione portoghese del cavallo andaluso. Il sangue dell'Arabo si riconosce soprattutto nella lunghezza degli arti ma anche nel tronco atletico e compatto. Il cavallo Lusitano è stato razza ufficiale della Cavalleria Portoghese. Ancora oggi, alcuni reparti militari utilizzano il Lusitano. Inoltre, questa razza di cavallo viene utilizzata anche per svolgere dei lavori agricoli leggeri oltre che per trainare le carrozze. La facoltà in cui è eccellente è la corrida portoghese. Inoltre, la sua eleganza e il suo equilibrio fanno sì che sia predisposto naturalmente al dressage.

Morfologia

Il mantello del cavallo Lusitano è generalmente di colore grigio. È, infatti, piuttosto raro un mantello di colore baio scuro e sauro. Ancora più raro è l'isabella. La testa appare piccola e sottile con ganasce non molto pronunciate. Il suo profilo è rettilineo tanto da apparire, a volte, montonino. Sulla testa spiccano due occhi molto dolci e spesso tranquilli. Le orecchie sono corte ed appuntite. Il collo è arcuato e possente ben attaccato alle spalle che sono muscolose ed inclinate. Il garrese è abbastanza evidente anche se si confonde verso l'alto affondandosi nel collo. Il dorso ed i lombari formano una linea breve e regolare. La groppa del Lusitano appare rotonda ed alta mentre il torace è profondo e compatto, con un'ampia circonferenza. La coda e la criniera sono molto folte e lunghe. La prima ha un'attaccatura bassa. Gli arti, avambracci, cosce e stinchi appaiono lunghi. Gli appiombi sono corretti mentre i tendini appaiono forti e ben staccati. I piedi non sono ne troppo grandi ne troppo piccoli ma di dimensioni adeguate.

Uso

Il Lusitano è un cavallo nato in una terra di cavalieri molto abili. Il suo è un carattere generoso, paziente e collaborativo. Non manca di coraggio ed è molto equilibrato. Questa razza di cavallo viene utilizzata nella corrida portoghese. Nel corso dell'evento, alcuni esemplari vengono utilizzati per le esibizioni di Alta Scuola che avvengono generalmente prima che il toro faccia il suo ingresso. Altri esemplari, invece, vengono introdotti nel corso della vera e propria competizione. Per la loro agilità e rapidità risultano adatti a combattere con il toro che non viene ucciso (cosa che invece avviene nella vicina Spagna).
La Escola Portuguesa mette in scena delle esibizioni molto suggestive. La peculiarità è rappresentata da cavalieri che, in abiti del Settecento, eseguono le figure dell'Alta Scuola Classica. Il Lusitano è la razza preferita anche da Nuno Oliveira, un grande maestro e straordinario cavaliere, che era in grado di coordinare i movimenti del cavallo di modo che divenissero movenze di Alta Scuola. La sua equitazione accademica sconfinava quasi in arte.