Animali

Il più grande portale italiano dedicato agli animali domestici

iconaAccedi
Sei un nuovo utente? Registrati

Sab11182017

Last updateSab, 31 Ott 2015 6pm

Il taipan

taipan

Il Taipan, nome latino Oxyuranus, è un serpente di origine australiana, appartenente alla famiglia delle Elapidae e il cui morso è letale. Si tratta di esemplari di grandi dimensioni, in grado di raggiungere anche i 3 m di lunghezza; nonostante la mole non indifferente, questo serpente è particolarmente agile e veloce.

In Australia è possibile trovare tre diverse specie di taipan: il taipan comune, che a sua volta si divide in taipan continentale litoraneo e papuan taipan,il taipan dell’interno o anche chiamato serpente fiero e infine l’Oxyuranus temporalis, scoperto da poco e che è ancora oggetto di studio da parte dei ricercatori.

Possiede una testa dalla forma rettangolare e un corpo lungo che si assottiglia alla base del collo; ha occhi di un intenso colore rosso o anche arancione, narici in evidenza e muso di un tenue bianco. La vista del taipan è molto sviluppata, considerata superiore a quella della media di tutti gli altri serpenti.

Dove vivono?

Questo genere di serpenti abita le regioni del nord-est dell’Australia e nella Nuova Guinea meridionale, luoghi che prediligono per la ricchezza di campi di canna da zucchero ove è facile trovarvi i roditori di cui si cibano.

L’indole del taipan è decisamente schiva, ragion per cui preferisce restarsene nella propria tana, evitando le zone particolarmente abitate e quindi il contatto con gli uomini. Prediligono boscaglie, campi coltivati e savane boscose, luoghi che siano umidi, con piogge abbondanti e temperature che non scendano mai sotto i 17°C nella stagione invernale.

Riproduzione

Allo stesso modo della maggior parte dei serpenti, anche il taipan è oviparo. La riproduzione è preceduta da un rituale di corteggiamento, in seguito al quale i due esemplari si attorcigliano ed il maschio può finalmente fecondare la femmina.

Si riproduce generalmente nel periodo primaverile e solo se c’è abbondanza di cibo, divenendo di indole particolarmente aggressiva. Dopo 3 mesi circa, la femmina depone dalle 3 alle 22 uova in una buca scavata nel terreno che sorveglia con cura. I piccoli già appena nati, misurando una lunghezza di 50 o 60 cm, sono in grado di uccidere col loro letale morso.

Alimentazione

Il taipan si nutre soprattutto di ratti e piccoli roditori, sfruttando la propria rapidità per catturare le prede: le uccide col proprio morso letale per poi ingoiarle interamente. In genere predilige la caccia diurna, ma quando le temperature sono troppo alte, tende a restare nella sua tana durante il giorno e ad uscire solo di notte.

Il veleno

Come accennato precedentemente, il taipan è tra i serpenti più velenosi mai conosciuti: il suo morso è letale. Tuttavia, gli effetti del suo veleno sull’uomo non sono ancora chiari dal momento che, essendo un animale di indole particolarmente schiva, attacca raramente l’essere umano. Dalle ricerche in laboratorio, comunque, è emerso che il suo veleno può uccidere circa 250.000 topi.

Si tratta di un veleno neurotossico che provoca la paralisi dei muscoli e quindi il blocco di quelli respiratori, oltre a fenomeni di anticoagulazione: la morte sopraggiunge per un collasso cardio-respiratorio. Il trattamento antiveleno è comunque molto efficace se effettuato con tempestività.