Forum

Notifiche
Cancella tutti

troppa euforia può esserle fatale!  

  RSS
Fabiana
(@fabiana)
Active Member

ciao a tutti
vi espongo brevemente il mio problema
la mia cagnolina, compagna di vita da 14 anni, ha una cardiopatia abbastanza importante.
il momento più drammatico è quando rientro in casa, mi accoglie col massimo delle feste immaginabili...
..solo che da qualche tempo il cuore è più affaticato (nonostante la terapia farmacologica) e le vengono come degli svenimenti.
il suo cardiologo mi ha detto che, dato il deficit che ha il suo cuore, non gli arriva il sangue ben ossigenato al cervello e cade a terra priva di sensi!!
come posso fare a far in modo che non si agiti evitando la conseguenza più tragica?
grazie a chiunque voglia rispondermi 🙂

Quota
Postato : 21/12/2012 10:24 pm
@MacchiaPasquale
(@macchiapasquale)
New Member

Ciao, purtroppo questo problema era successo anche a me, non sono riuscito a risolverlo completamente ma una mezza soluzione l'avevo trovata... Dunque, premettendo che non conosco il tipo di cardiopatia o terapia farmacologica della tua cagnetta, ti consiglio vivamente prima di prendere decisioni di consultare il tuo veterinario di fiducia (sai com'è ad ognuno il suo mestiere). Dicevo, i sedativi in caso di cardiopatia non vanno molto bene come si sa, per cui sederla un pochino non è una soluzione, tutta via dalla medicina antroposofica si può avere qualche risultato. I fiori di bach, o più semplicemente il biancospino... Poi alcune cortezze, ad esempio quando rientravo in casa lo facevo molto velocemente, mi fiondavo sul divano e lui mi raggiungeva, mi sedevo ed iniziavo a fargli delle coccoline tranquille cercando di tenerlo fermo senza parlare,,, facendo così lui sapeva cosa gli aspettava quando arrivavo a casa e spesso e volentieri mi aspettava direttamente vicino al divano... Quindi per non farlo agitare troppo qualche goccina naturale e poi nonostante abbia 14 anni insegnarli quanto sopra... Spero di esserti stato utile a presto....

RispondiQuota
Postato : 26/12/2012 11:27 pm
Condividi: