Forum

Notifiche
Cancella tutti

La vostra Lezione Giornaliera.  

Pagina 2 / 3
  RSS
Alfredo Giarracuni
(@alfredo-giarracuni)
Reputable Member

Sarebbe una manna poter fare un po' di allenamento in pista: quando vado a Mantova dal mio istruttore ne aprofitto per farmi qualche giro nell'anello (anche se è piccolino è sempre meglio che il campo di casa).

Montando da sola la routine è 10 minuti di passo, 3-4 giri di trotto sollevato per mano, 15 minuti di trotto battendo la sella chiedendo flessioni interne ed esterne. Alterno transizioni al passo, alt e passi indietro. Il primo galoppo è sollevato e alterno galoppi di anda per attivare il posteriore (senza chiedere flessioni o compostezza) con trotto riunito; dopo aver fatto ciò cambiando di mano 2-3 vote faccio galoppo seduto chiedendo flessioni interne su circoli più larghi a destra dove la flessione la da più facilmente e tende a chiudere all'interno e circoli più piccoli a sinistra dove è un po' più rigido.
Concludo con trotto in distensione possibilmente sollevato.

Quando faccio qualche esercizio o qualche salto non chiedo i galoppi in riunione; mi dedico al lavoro in piano dopo aver saltato che il cavallo è più volenteroso e reattivo, allora ci sta qualche tentativo di spalla in dentro e appoggiata che stiamo cercando di accennare.

Ho capito, la tua lezione basilare possiamo dire che è completa ed efficace, purtroppo io non sto montando da 2 giorni per problemi di salute 🙁

RispondiQuota
Postato : 10/08/2012 1:35 pm
Extra Sik
(@extra-sik)
Eminent Member

Be dai, con questo caldo due giorni di riposo non fanno male!
Parlando di lavoro quotidiano, come spartire il lavoro in settimana?
E' indifferente o avete un metodo? (vado OT?)

Fino ad un paio di anni fa montavo tutti i giorni, poi ho partecipato ad una serata informativa con un medico sportivo che spiegava le tecniche di allenamento per il cavaliere e come applicarle al cavallo. Considerando ciò che lui ci ha spiegato sul metabolismo e sulla ripresa muscolare dopo gli sforzi ho rivisto la settimana tipo di Siki variandola.
Per esempio martedì lavoro leggero, mercoledì lavoro più ricercato, giovedì corda in doppia longia, venerdì lavoro leggero,sabato lavoro sulle barriere o esercizi, domenica percorsino, lunedì corda in capezza a naso a terra e lo lascio un po' libero.

Devo dire che da quando vario il lavoro e gli concedo più pause è più sereno e la muscolatura risponde meglio.
Un vostro parere?

RispondiQuota
Postato : 10/08/2012 7:54 pm
Alfredo Giarracuni
(@alfredo-giarracuni)
Reputable Member

Be dai, con questo caldo due giorni di riposo non fanno male!
Parlando di lavoro quotidiano, come spartire il lavoro in settimana?
E' indifferente o avete un metodo? (vado OT?)

Fino ad un paio di anni fa montavo tutti i giorni, poi ho partecipato ad una serata informativa con un medico sportivo che spiegava le tecniche di allenamento per il cavaliere e come applicarle al cavallo. Considerando ciò che lui ci ha spiegato sul metabolismo e sulla ripresa muscolare dopo gli sforzi ho rivisto la settimana tipo di Siki variandola.
Per esempio martedì lavoro leggero, mercoledì lavoro più ricercato, giovedì corda in doppia longia, venerdì lavoro leggero,sabato lavoro sulle barriere o esercizi, domenica percorsino, lunedì corda in capezza a naso a terra e lo lascio un po' libero.

Devo dire che da quando vario il lavoro e gli concedo più pause è più sereno e la muscolatura risponde meglio.
Un vostro parere?

Suddividi la settimana in modo equo, anche io non monto tutti i giorni i cavalli che ci sono al mio Maneggio, anche perchè sarebbe una cosa al quanto impossibile. Ad esempio quando non mi va oppure sono ammalato (come sta succedendo questa settimana) li lascio a riposo, facendoli girare un po' alla lunghina oppure lasciandoli del tutto in libertà nel campo. Mentre altre volte quando non ci sono e i miei amici non sono disposti a montare li lascio un giorno del tutto fermi.

RispondiQuota
Postato : 10/08/2012 9:19 pm
Angela & Fulgy
(@angela-fulgy)
Eminent Member

Sei già a 18 mesi li ontano i puledri nel mondo del galoppo?:eek:

RispondiQuota
Postato : 16/08/2012 11:08 pm
Sei
 Sei
(@sei)
Estimable Member

sì.... i purosangue sono molto precoci, si inizia al doma a circa 18 mesi (per cavalli tardivi logicamente si aspetta) e a maggio dei due anni possono debuttare in pista, a metà dei tre anni iniziano a correre contro gli anziani (dai 4 anni in su) e dai quattro anni sono già considerati "vecchi". Per le corse in siepi invece debuttano a metà dei tre anni e sono considerati "vecchi" a 5! Con il vecchio non si intende che ha finito la carriera, ma solo che sono cavalli ormai esperti. Si prediligono cavalli giovani perchè recuperano meglio gli sforzi e sono meno soggetti a problemi respiratori i articolari (sempre se allenati nel modo corretto) Un cavallo da corsa più debutta da anziano più c'è la possibilità che si faccia seriamente male.

RispondiQuota
Postato : 16/08/2012 11:43 pm
Alfredo Giarracuni
(@alfredo-giarracuni)
Reputable Member

5 anni vecchi!? Mi credi che non lo sapevo? O quasi, l'avevo sentito ma non pensavo così presto. Nel mondo del Salto ostacoli a 5 anni sono considerati ancora puledri che partecipano ai "5 anni" e ci vuole la mano di un'esperto tra sgroppate ed impennate. Mentre l'età giusta di un cavallo da salto parte dai 10 anni sino ad arrivare ai 15 anni. Pensa un po' come sono differenti le due discipline.

RispondiQuota
Postato : 17/08/2012 2:17 pm
Sei
 Sei
(@sei)
Estimable Member

Non esageriamo! I cinque anni che impennano e sgroppano? I cavalieri esperti ci vogliono perchè sono cavalli che hanno appena iniziato a saltare e vanno molto aiutati, ma non perchè siano cattivi! In teoria a 5 anni sono già stati domati da due anni, quindi dovrebbero già essere sistemati da quel punto di vista. E le categorie iniziano dai 4 anni non dai cinque.....

RispondiQuota
Postato : 17/08/2012 2:31 pm
Alfredo Giarracuni
(@alfredo-giarracuni)
Reputable Member

Non esageriamo! I cinque anni che impennano e sgroppano? I cavalieri esperti ci vogliono perchè sono cavalli che hanno appena iniziato a saltare e vanno molto aiutati, ma non perchè siano cattivi! In teoria a 5 anni sono già stati domati da due anni, quindi dovrebbero già essere sistemati da quel punto di vista. E le categorie iniziano dai 4 anni non dai cinque.....

Da noi, non si domano così presto, perciò tendono a fare delle scorrettezze. Comunque lo so che si comincia dai 4, ma visto che stavamo sull'argomento cavalli 5 anni, mi sono basato su quello.

RispondiQuota
Postato : 18/08/2012 2:53 pm
Sei
 Sei
(@sei)
Estimable Member

Nel salto ostacoli vengono domati a tre anni, se voi vi prendete più tempo allora eviterei di dire concetti generali. A cinque anni nella maggior parte di italia sono tutti già domati da un pezzo! Cavalli americani compresi.

RispondiQuota
Postato : 18/08/2012 2:57 pm
sissy
(@sissy)
Active Member

io in questi ultimi giorni ho sempre montato da sola si ain maneggio che in passeggiata, cercando di articolare il lavoro come faccio di solito con l'istruttore.Ieri ho fatto 5 minuti al passo a mano dx e 5 minuti a mano sx, poitrotto sollevato sul diagonale esterno alle due mani,per circa dieci minuti.di nuovo passo cercando la riunione e quindi circoli al trotto seduto, molte transizioni trotto allungato-trotto riunito, passo-trotto, poi galoppo alle due mani per circa 5 minuti, passo e circoli di diametro decrescente al galoppo ,o meglio tentativi di circolo ,perchè ancora, con il mio cavallino, non mi vengono bene!! poi transizioni passo, passa-galoppo ,ancora circoli al trotto, volte, mezze volte, cambiamenti diagonali,trasversali,serpentine ecc...e passo a redini lunghe o passeggiata rilassante..qualche volta, se lo sento ben disposto, agli ordini (ha cinque anni ed è ritirato dalle corse...ancora si deve adattare al nuovo lavoro) lo porto a familiarizzare con le barriere, crocette e cose simili..ma in questo senso procedo lentamente..aggiornerò presto il racconto delle mie lezioni!

RispondiQuota
Postato : 18/08/2012 9:26 pm
Alfredo Giarracuni
(@alfredo-giarracuni)
Reputable Member

"Sei" non capisco il motivo del tuo riscaldamento nei miei confronti, o forse è una mia impressione, comunque preferisco tralasciare questo aspetto dei 5 anni, perché oltre ad andare fuori discussione stiamo allungando troppo il Thread. Questo mi pare logico che a 5 anni tutti i cavalli sono domati anche nella monta americana, ma sai, sono solo 2 anni che hanno la sella e un fantino in groppa e qualche volta scattano, deviano, sgroppano, impennano; dipende anche dal cavallino e dalla razza. Sissy molto interessante, un ex cavallo ritirato dalle corse, che ora sta passando al Salto Ostacol, ti dico solo per incitarti che ci sono stati PSI che sono riusciti a saltare senza alcuna difficoltà un percorso di 13 salti di 135 visto con i miei occhi. Perciò il mio consiglio è quello di non mollare mai, tenta e ritenta, per qualunque problema non esitare a contattarmi.

RispondiQuota
Postato : 18/08/2012 11:50 pm
sissy
(@sissy)
Active Member

grazie,Raggio! In realtà io non pratico salto ostacoli, ma monta da lavoro, in cui mi occupo principalmente di dressage, ma in questa disciplina è previsto anche di fare qualche salto,(massimo 60)...per ora sono riuscita a far saltare una crocetta (dopo vari tentativi), procedo piano in questo,perchè lui ha il terrore delle barriere,degli ostacoli..ecc..tu mi puoi consigliare qualcosa in merito? grazie

RispondiQuota
Postato : 19/08/2012 11:09 am
Alfredo Giarracuni
(@alfredo-giarracuni)
Reputable Member

Sissy, non capisco il termine che usi "paura" delle barrire e dei salti, forse è stato maltrattato, (usando le barriere come mezzo di tortura). Comunque sia, l'unico consiglio generale che ti posso dare è quello di avere molta pazienza, e di non mollare mai. Comunque ti consiglio, di crearti una nuova discussione per i tuoi problemi dettagliando di più cosa vorresti migliorare. Visto che stiamo andando fuori argomento.

RispondiQuota
Postato : 19/08/2012 11:18 pm
sissy
(@sissy)
Active Member

ok, ho sono solo andata dietro al tuo invito a contattarti,scusa.La mia lezione prevede raramente il salto o il lavoro sulle barriere, non le conosce e risulta spaventato per questo,probabilmente è un anglo arabo abbastanza nevrile, le nostre lezioni sono una scoperta oltre che per me anche per lui.oggi pomeriggio probabilmente monterò..scriverò qui gli aggiornamenti

RispondiQuota
Postato : 20/08/2012 3:05 pm
sissy
(@sissy)
Active Member

ieri lezione fuori dal comune,almeno per me.Io al centro del rettangolo a "far lezione"e l'istruttore che montava..in questa situazione rovesciata mi sono resa conto di tante cose che solitamente non osservo,come l'ingaggio dei posteriori, la posizione dell'incollatura,il variare dell'impulso...e ho avuto anche una puntina di soddisfazione nel vedere che qualche pecca capita anche agli istruttori (anche se piccola...)dopo circa venti minuti i ruoli si sono ripristinati e io ho montato il mio cavallo..solita sequenza passo a redini lunghe, poi trotto, transizioni trotto allungato trotto riunito, circoli, taglaite e via galoppo due giri a galoppo medio, poi circoli alle due mani a galoppo riunito (mi sono venuti benino si aa destra che a sinistra), passo per cinque minuti,poi ho provato la ripresa di dressage che solitamente faccio e poi passeggiatina abbastanza tranquilla, tranne un paio di scarti da parte del cavallo al passaggio di un capriolo e di un fagiano..tentativo di prendermi

RispondiQuota
Postato : 30/08/2012 2:13 pm
Pagina 2 / 3
Condividi: